Sabato, 31 Luglio 2021
Cronaca

Comune di nuovo a caccia di un gestore del Palafiera: stavolta si accetta la trattativa

Il Comune ci riprova per tentare di trovare un gestore del Palagalassi, il palazzetto dello sport di via Punta di Ferro oggetto da più di due anni di un tentativo di esternalizzazione

Il Comune ci riprova per tentare di trovare un gestore del Palagalassi, il palazzetto dello sport di via Punta di Ferro oggetto da più di due anni di un tentativo di esternalizzazione andato finora a vuoto, non senza polemiche da parte dell'unica cordata che si è fatta avanti, bocciata incomprensibilmente per ben due volte dal municipio. Questa volta la procedura viene definita “dialogo competitivo” ed è soggetta a bando pubblico, che è stato pubblicato sul sito del Comune lunedì pomeriggio. 

Ancora una volta si prospetta una procedura lenta e farraginosa: prima ci dovranno essere le manifestazioni di interesse, poi tali manifestazioni dovranno essere ammesse al “dialogo competitivo”  e solo allora inizierà il “dialogo” con un processo a sua volta in tre tappe. “Procedura negoziale” era un termine già usato lo scorso anno, ma di fatto il Comune non ha mai derogato a niente sulle condizioni iniziali. Stavolta col nuovo bando il Comune sembra ritirare le precedenti condizioni, quando si chiedeva una durata della gestione di 15 anni e investimenti per 280mila euro l'anno. Ora l'unica condizione che viene posta è una durata di 5 anni del contratto di gestione e vincoli sugli usi del palazzetto. Inoltre i concorrenti devono essere in possesso di un fatturato globale relativo agli ultimi tre esercizi disponibili (2015/2017) di  1.255.000 euro (corrispondente ai costi sostenuti dal Comune nell'anno 2017 stimati per la durata minima di 5 anni). Per presentare la domanda c'è tempo fino al 4 settembre.  L'apertura delle buste, invece, ci sarà il 6 settembre.

Nel bando si indica che “durante questa fase di dialogo il Comune di Forlì potrà discutere con i candidati tutti gli aspetti della gestione, fatta eccezione per le modalità di utilizzo e per la durata minima di 5 anni e garantirà la parità di trattamento di tutti i partecipanti. Le offerte saranno avanzate formalmente dal privato solo nel terzo step, vale a dire la fine della procedura: “In questa fase, gli operatori economici partecipanti sono invitati a presentare le loro offerte finali
sulla base di soluzioni emerse o presentate in fase di dialogo”. Il criterio adottato sarà quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, con 70 punti attribuiti al progetto tecnico e 30 a quello economico. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Comune di nuovo a caccia di un gestore del Palafiera: stavolta si accetta la trattativa

ForlìToday è in caricamento