menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Contrasto al coronavirus, la sintesi delle misure nel dettaglio: "Vanno seguite scrupolosamente"

"L’Amministrazione comunale assicura il proprio impegno e la propria costante attenzione alla situazione", afferma il sindaco

Il sindaco di Forlì, Gian Luca Zattini, spiega le nuove misure contenute nel DPCM del 8 marzo 2020 per fronteggiare la diffusione del Coronavirus. "La cittadinanza - evidenzia il primo cittadino - è tenuta a seguire scrupolosamente le misure suddette e a mantenere un atteggiamento di fiducia, solidarietà e collaborazione nell’interesse di tutti, al fine di scongiurare ulteriori più restrittivi provvedimenti.
L’Amministrazione comunale assicura il proprio impegno e la propria costante attenzione alla situazione".

Il sindaco invita tutti i responsabili e le direzioni sanitarie delle strutture socio assistenziali, case di riposo e case protette del territorio comunale di Forlì, ad attenersi scrupolosamente alle seguenti misure di carattere precauzionale disposte dal Decreto medesimo. L’accesso di parenti e visitatori a strutture di ospitalità e lungo degenza, residenze sanitarie assistite (RSA), hospice, strutture riabilitative e strutture residenziali per anziani, autosufficienti e non, è tassativamente limitata ai soli casi stabiliti dalla direzione sanitaria della struttura medesima, che è tenuta ad adottare tutte le misure necessarie a prevenire possibili trasmissioni di infezione.

Si invitano anche tutti i cittadini, i parenti, gli amici, i famigliari degli ospiti di queste strutture socio-assistenziali, a limitare ai casi strettamente indispensabili le richieste di visite, contribuendo in questo modo a garantire le migliori condizioni possibili di salute delle persone ricoverate. L'amministrazione comunale ringrazia per la collaborazione.

Le raccomandazioni

  • si raccomanda a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche di evitare di uscire dalla propria abitazione se non per motivi di stretta necessità, di evitare i luoghi affollati e comunque di mantenere sempre la distanza interpersonale di almeno un metro;
  • devono essere limitati quanto più possibile gli spostamenti delle persone fisiche se non in caso di stretta necessità, privilegiando i contatti telefonici e telematici anziché quelli interpersonali;
  • si raccomanda fortemente alle persone che presentino sintomi da infezione respiratoria e febbre maggiore di 37,5° di rimanere presso le proprie abitazioni, di limitare quanto più possibile i contatti sociali e di contattare il medico di base;

Attività sospese

  • sono sospesi manifestazioni, eventi, spettacoli di qualunque natura ivi compresi quelli cinematografici e teatrali svolti in qualunque luogo pubblico o privato;
  • sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale bingo, sale scommesse, discoteche e locali simili;
  • è sospesa l’apertura dei musei, istituti e luoghi della cultura.

Ristoranti, bar e negozi

  • I gestori di ristoranti e bar devono far rispettare la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. Agli altri esercizi commerciali, all’aperto e al chiuso, è fortemente raccomandato di organizzare l’accesso in modo contingentato per evitare assembramenti di persone, ferma restando la distanza di almeno un metro tra i visitatori.

Attività sportive

  • Sono sospesi eventi e competizioni sportive in ogni luogo sia pubblico che privato, a meno che vengano svolti all’interno di impianti a porte chiuse o all’aperto in assenza di pubblico;
  • Sport di base e attività motorie in genere svolti all’aperto o in palestre, piscine e centri sportivi sono ammessi esclusivamente a condizione che sia rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro tra gli utenti.
Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento