rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Modigliana, area ex Mac-Moter: spuntano idee per il riutilizzo delle strutture industriali

Nella sede camerale a Forlì si sono quindi incontrati Amministratori, Associazioni di categoria di Forlì, Cesena ed anche Ravenna e Faenza, e imprenditori coinvolti nel tentativo di recuperare un utilizzo produttivo ai fabbricati che a Modigliana erano di proprietà dell’azienda Mac-moter

La necessità di trovare il modo di riutilizzare aree industriali dismesse, sostenendo così il tessuto produttivo locale ed offrendo anche nuove opportunità di sviluppo al territorio, sono le motivazioni che hanno spinto il Comune di Modigliana, insieme con la Camera di Commercio di Forlì-Cesena, ad organizzare l’incontro che si è svolto martedì. Nella sede camerale a Forlì si sono quindi incontrati Amministratori, Associazioni di categoria di Forlì, Cesena ed anche Ravenna e Faenza, e imprenditori coinvolti nel tentativo di recuperare un utilizzo produttivo ai fabbricati che a Modigliana erano di proprietà dell’azienda Mac-moter.

Erano presenti, per la Camera di Commercio, Alberto Zambianchi, presidente, e Antonio Nannini, Segretario Generale, per il Comune di Modigliana il sindaco Claudio Samorì, e gli assessori Vincenzo Samorì e Stefano Scalini. Dopo l’intervento del presidente Zambianchi che ha sottolineato l’esigenza, da parte degli Enti, di una collaborazione che porti alla valorizzazione delle risorse e delle potenzialità del territorio, il sindaco ha illustrato gli indubbi vantaggi e le positive ricadute che si avrebbero dalla riconversione di queste aree, compreso la creazione di occupazione.

E’ richiesta pertanto la partecipazione di tutti gli attori del territorio affinchè si possano realizzare idee progettuali nella grande area e nella “Villa Bellosguardo”, da una decina d’anni oggetto del fallimento dell’azienda che per anni rappresentava una delle eccellenze di Modigliana. L’amministrazione comunale si rende disponibile a valutare soluzioni diverse, confrontandosi con il Tribunale sulla base delle normative relative al diritto fallimentare, e propone anche incentivi di vario tipo sotto forma di contributo per nuove assunzioni, o di sgravi fiscali, collaborando concretamente mediante l’affiancamento di personale nell’espletamento degli iter procedimentali.

Un’idea progettuale è stata avanzata da parte del Cise, l’Azienda Speciale della Camera di Commercio di Forlì-Cesena, che ha ipotizzato una riconversione possibile dell’area mediante l’installazione di un impianto di cogenerazione alimentata a biomassa legnosa (derivante dalla manutenzione del ricco patrimonio boschivo locale) con tecnologia Syngas (gas combustibile di sintesi), per la produzione di energia elettrica ed energia termica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Modigliana, area ex Mac-Moter: spuntano idee per il riutilizzo delle strutture industriali

ForlìToday è in caricamento