rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Cronaca

Forlì ritorna “capitale” della Comunità Papa Giovanni XXIII

La “tre giorni” si terrà nei padiglioni della Fiera di Forlì, in via Punta di Ferro, con la partecipazione di duemila persone provenienti dai 35 paesi del mondo in cui l’associazione è attualmente presente.

Forlì ritorna “capitale” della Comunità Papa Giovanni XXIII. Da venerdì a domenica, il capoluogo romagnolo ospiterà gli “stati generali” dell’associazione ecclesiale fondata nel 1969 dal sacerdote riminese don Oreste Benzi. La “tre giorni” si terrà nei padiglioni della Fiera di Forlì, in via Punta di Ferro, con la partecipazione di duemila persone provenienti dai 35 paesi del mondo in cui l’associazione è attualmente presente.

A differenza dello scorso anno, in cui è stato rieletto il responsabile generale Paolo Ramonda, succeduto nel 2007 allo stesso don Benzi, questa volta non vi sarà alcuna consultazione. La kermesse rimarrà comunque nella storia della grande associazione ecclesiale, per il fatto che gli intervenuti approveranno il bilancio relativo alle attività delle oltre 450 strutture nel mondo griffate “Papagio”, senza contare le sedi delle cooperative e delle associazioni promosse, che nel complesso danno risposta a più di 40.000 persone ogni giorno. E’ previsto anche un ampio confronto sul tema della coppia e della famiglia di fronte alle sfide che oggi è chiamata ad affrontare, come il calo dei matrimoni, l’aumento delle separazioni, la denatalità, le teorie del gender.

Il “capitolo” della Papa Giovanni consentirà di approfondire la conoscenza di una realtà ecclesiale ricca di esperienze varie e multiformi: non solo case famiglia, ma attività artistiche di vario genere, progetti di sviluppo e persino esperienze particolari come l’“Operazione Colomba”, corpo civile di pace attivo in zone di conflitto fin dall’inizio degli anni Novanta. Saranno presenti banchetti con prodotti realizzati nelle zone di missione o nelle cooperative sociali targate “Papagio”, senza dimenticare i numerosi momenti nell’arco dei tre giorni in cui sarà coinvolta l’intera Diocesi.

L’assemblea sarà aperta alle 15 di venerdì dall’intervento del responsabile generale, Giovanni Ramonda, cui seguiranno testimonianze e confronti, oltre a momenti di preghiera e di festa. Dal programma spicca la santa Messa che monsignor Bruno Forte, noto teologo e vescovo di Chieti – Vasto, celebrerà venerdì alle 18, cui farà eco domenica, alle 11,30, la concelebrazione eucaristica presieduta da don Mino Flamigni in occasione del sessantesimo della sua ordinazione sacerdotale. Il forlivese don Girolamo Flamigni, conosciuto da tutti come don Mino, parroco di San Paolo Apostolo per oltre 40 anni, è stato anche confessore di don Oreste Benzi ed è tutt’ora punto di riferimento per molti membri della “Papa Giovanni” in Italia e nel mondo.

Altro evento importante da segnalare è la festa dei giovani in programma venerdì, alle 21, in piazza Macchiavelli a Castrocaro, con il concerto di Nando Bonini, chitarrista e collaboratore di Vasco Rossi, e del cantautore Edoardo Bennato, molto in voga negli 70 e 80 e autore di un musical rock su San Francesco, che testimonia il suo graduale avvicinamento alla fede cristiana. Il tutto terminerà domenica con la celebrazione dei 30 anni di attività missionaria dell’associazione (iniziata nel 1985 in Zambia) e il conferimento del “mandato missionario” ad alcune famiglie, inviate ad aprire realtà di condivisione ed accoglienza dei più poveri ed emarginati in vari Paesi del mondo.

La Papa Giovanni XXIII contempla 60 associati anche a Forlì, con 3 comunità terapeutiche (Fornò, Villafranca e Durazzanino) che arrivano a 4 se si considera anche quella di Durazzano, posta al confine con Ravenna. In Diocesi sono presenti case famiglia a Forlì, Carpena, Villanova, San Martino in Villafranca, Predappio, senza dimenticare il Villaggio della Gioia di Villafranca, la Capanna di Betlemme di Borgo Sisa ed alcune famiglie aperte all'accoglienza. La comunità locale della Papa Giovanni XXIII gestisce persino un bar, l’Urlo, posto in via Marcolini in pieno centro storico, sempre molto animato e divenuto punto di riferimento cultural-ricreativo per i giovani forlivesi.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Forlì ritorna “capitale” della Comunità Papa Giovanni XXIII

ForlìToday è in caricamento