rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Cronaca Bertinoro

Alla Concattedrale di Bertinoro il primo concerto dell’organo restaurato

Il concerto eseguito dal maestro Giunchi è parte integrante del programma predisposto dall’amministrazione comunale in occasione della festività della patrona di Bertinoro Santa Caterina D'Alessandria, che si celebra il 25 novembre.

Il concerto “Cantate Deo cum laetitia” del maestro don Rino Giunchi e dei cori di San Paolo, Cappuccinini e Terra del Sole diretti dal maestro Enrico Pollini, ha decretato, sabato, alle 20.30, la restituzione ufficiale alla collettività dell’organo restaurato della cinquecentesca Concattedrale di Bertinoro, dedicata a Santa Caterina. Don Giunchi, che dall’8 ottobre scorso è amministratore parrocchiale della stessa Concattedrale e del Suffragio di Bertinoro, nonché di Massa, Lizzano e Polenta a seguito della morte improvvisa di monsignor Gian Luigi Pazzi, fondatore della Casa della Carità, e delle dimissioni di don Enzo Ronchi, ha eseguito alcuni brani di musica sacra all’insegna del miglior repertorio per organo e coro. Il gioiello recuperato è stato realizzato nel XVIII secolo dalla famiglia Fedeli di Foligno. Proveniente dal Duomo di Senigallia, l’organo è stato collocato a Bertinoro sul finire del XIX secolo dal bolognese Alessio Verati. Il concerto eseguito dal maestro Giunchi è parte integrante del programma predisposto dall’amministrazione comunale in occasione della festività della patrona di Bertinoro Santa Caterina D'Alessandria, che si celebra il 25 novembre.

Organo restaurato alla concattedrale di Bertinoro

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Concattedrale di Bertinoro il primo concerto dell’organo restaurato

ForlìToday è in caricamento