rotate-mobile
Cronaca

Concluso il terzo percorso di teatroterapia per le pazienti oncologiche

Il corso, totalmente gratuito, condotto dal dottor Fabio Canini, psicologo psicoterapeuta, psicodrammatista moreniano, esperto in metodi d'azione, si è realizzato attraverso dei laboratori introduttivi tenuti a Cesena e Faenza

Il gruppo Informazione, Dialogo e Aiuto dell'Istituto Oncologico Romagnolo, nell'ambito delle proprie iniziative volte a migliorare la qualità di vita delle Pazienti con neoplasia mammaria, ha organizzato, per il terzo anno consecutivo, il corso di Teatroterapia rivolto alle donne operate al seno. Il Programma è stato realizzato grazie all'importantissimo contributo offerto dalla Susan G. Komen Italia Onlus. Il sostegno della Komen va a suggellare una collaborazione con lo Ior che dura già da tre anni e che ha anche visto a settembre le Volontarie dello Ior partecipare alla Race for the Cure di Bologna.

Il corso, totalmente gratuito, condotto dal dottor Fabio Canini, psicologo psicoterapeuta, psicodrammatista moreniano, esperto in metodi d'azione, si è realizzato attraverso dei laboratori introduttivi tenuti a Cesena e Faenza e successivamente finalizzati con il corso vero e proprio tenutosi a Forlì. "Questa collaborazione con la Susan G. Komen Italia ci riempie di orgoglio, - ha affermato Mario Pretolani, consigliere delegato Ior - e dimostra quanto sia importante per il mondo nonprofit che le organizzazioni lavorino a stretto contatto per raggiungere mission comuni. Ringrazio pertanto di cuore la Komen per il sostegno, Fabio Canini per l'impegno e la professionalità e tutte le signore partecipanti per la loro energia."

Grazie alla Teatroterapia, forma di arte e terapia di gruppo, che coniuga teorie psicologiche e le pratiche dell'allestimento scenico, allo scopo di "mettere in scena" i vissuti dell'individuo, le partecipanti sono riuscite a rendere armonico il rapporto tra corpo, voce, mente nella relazione con l'altro, gli altri, se stessi e la propria creatività interpretativa, all'interno di un clima di fiducia, condivisione ed empatia reciproca. Alla fine del corso, le partecipanti, cariche e felici per l'esperienza vissuta hanno riconosciuto come la spontaneità di questa nuova metodologia comunicativa le ha rese più "libere" e ha creato nuove visioni di sé, contribuendo così a favorire una rielaborazione più costruttiva dei vissuti di malattia. L'iniziativa è nata grazie all'impegno delle partecipanti al "Gruppo Ida" dell'Istituto Oncologico Romagnolo, composto da donne operate al seno che trovano ascolto, informazioni e supporto psicologico tramite la condivisione dell'esperienza di malattia con altre pazienti. Per informazioni tel. 0543/35929 e gruppoida@ior-romagna.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Concluso il terzo percorso di teatroterapia per le pazienti oncologiche

ForlìToday è in caricamento