Conferimento dei rifiuti: ufficializzato il calendario della stazione Ecoself

L'Ecoself è una postazione itinerante che sosta nelle zone interessate dal porta a porta e che funziona come un ‘fai da te’, senza la presenza di personale addetto e inoltre è ecologica

In occasione della finale di Supercoppa di basket, per motivi di sicurezza, da sabato mattina l’Ecoself traslocherà da via Punta di Ferro (accanto all’Unieuro Arena) all’area della Piscina comunale, dove rimarrà fino al primo ottobre. La stazione sarà a disposizione degli utenti in via Turati dal 23 settembre al primo ottobre, dal 23 al 29 ottobre, dal 20 al 26 novembre e dal 19 al 26 dicembre.  L'Ecoself sarà operativa davanti al "Villa Romiti", accanto all'ingresso di via Valeria, dal 2 all'8 ottobre, dal 31 ottobre al 5 novembre, dal 27 novembre al 3 dicembre e dal 27 dicembre al primo gennaio. Dal 9 all'15 ottobre, dal 6 al 12 novembre e dal 5 al 10 dicembre sarà collocata in viale Roma 128B, nei pressi dello stadio comunale "Morgagni", mentre dal 16 al 22 ottobre, dal 14 al 18 dicembre e dall'11 al 17 dicembre all'Unieuro Arena. Il 30 ottobre, il 13 novembre e il 4 e 18 dicembre l'Ecoself sarà ferma per manutenzione.

Cos’è e come funziona l’ecoself

E’ una postazione itinerante che sosta nelle zone interessate dal porta a porta e che funziona come un ‘fai da te’, senza la presenza di personale addetto e inoltre è ecologica: si autoalimenta grazie a 8 pannelli fotovoltaici sul tetto, in grado di produrre energia per 72 ore. L’ecoself è un progetto pilota, che fa parte di una sperimentazione innovativa di Hera, il cui utilizzo è semplice: basta toccare il display, avvicinare la tessera sanitaria al lettore ottico e seguire le istruzioni riportate a video. Questo permette la tracciabilità dei rifiuti, cioè la possibilità di seguirli nel loro percorso dal cittadino all’impianto di recupero, assicurando così il controllo della filiera.

Cosa portare all’ecoself

Il mezzo itinerante va a potenziare il servizio delle stazioni ecologiche (centri di raccolta) di via Isonzo e via Mazzatinti , per dare ai forlivesi un’ulteriore possibilità per conferire separatamente, oltre agli scarti previsti dalla raccolta porta a porta (carta, plastica/lattine e organico), molti altri rifiuti che, per dimensioni o tipologia, non possono essere raccolti nei contenitori forniti per la raccolta domiciliare: accumulatori al piombo (es. batterie auto), contenitori contaminati e imballaggi etichettati T e/o F, olio alimentare (es. da cucina, da conferire in bottiglie di plastica), pile e batterie per telefoni cellulari, i rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee): solo piccoli elettrodomestici (es. giocattoli elettrici ed elettronici, telefoni cellulari, apparecchi per informatica e telecomunicazioni in genere), lampade a basso consumo e neon. In questo modo gli scarti vengono destinati al recupero, al riciclo o allo smaltimento controllato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • SuperEnalotto, sfiorato il colpaccio da oltre 67 milioni: si consola con una bella vincita

  • Elezioni regionali, l'Emilia Romagna elegge il nuovo presidente: la diretta dello spoglio, tutti i dati

  • Rapina con la pistola e strattona la farmacista terrorizzata, arrestato nel giro di due giorni

  • L'auto sfreccia ad alta velocità, scatta l'inseguimento sulla via Emilia: alla guida c'era uno spacciatore

  • Nel Forlivese solo Forlì e tre comuni preferiscono Bonaccini, l'entroterra è con Borgonzoni

  • Travolge una passante nei pressi del centro commerciale e non si ferma. Trovata grazie alle telecamere di ultima generazione

Torna su
ForlìToday è in caricamento