menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Consiglio comunale, la giunta: "Arrivati, non abbiamo trovato progetti". L'opposizione: "Solo ordinaria amministrazione"

L'assessore al Bilancio del Comune di Forli', Vittorio Cicognani, replica alle accuse dell'opposizione di mancanza di progettualita' chiudendo la discussione, giovedì pomeriggio in Consiglio comunale, sul rendiconto del bilancio 2020

"Abbiamo idee chiare, sappiamo cosa facciamo e dove stiamo andando". L'assessore al Bilancio del Comune di Forli', Vittorio Cicognani, replica alle accuse dell'opposizione di mancanza di progettualita' chiudendo la discussione, giovedì pomeriggio in Consiglio comunale, sul rendiconto del bilancio 2020. Approvato con 20 voti favorevoli, nove contrari e due astenuti, il Movimento 5 Stelle. In campo, prosegue l'assessore, l'amministrazione ha messo "molte progettazioni e investimenti in tutti i settori: la scuola, lo sport, gli edifici pubblici, le infrastrutture e la cultura". In partenza il 10 maggio ci sono per esempio i lavori su viale della Liberta' e a seguire al Parco della Resistenza. Cicognani rispedisce al mittente anche gli strali sulla rinegoziazione dei mutui e ricorda l'intervento da mezzo milione di euro per il microcredito alle famiglie in difficolta', un unicum in Italia. Nei cassetti, conclude, "non abbiamo trovato progetti" della precedente amministrazione e "voi affermate che non abbiamo fatto niente. Lasciate giudicare i cittadini se abbiamo o no fatto le cose". Federico Morgagni di Forli' e co critica in particolare lo "iato tra disponibilita' economica e incapacita' di spesa" e mette in luce come sul fronte degli investimenti "non c'e' niente che abbia una visione, solo interventi di routine". Anche per il centro storico "non e' stato fatto nulla". Si tratta di un "rendiconto di ordinaria amministrazione". Dello stesso avviso Elisa Massa del Partito democratico: il fondo cassa aumenta di 12 milioni di euro a conferma della "differenza tra entrate e spesa corrente, l'amministrazione non ha speso quanto incassato". È un bilancio "di mezze verita'" sintetizza il capogruppo dem Soufian Hafi Alemani. 

Per Massimo Marchi di Italia Viva "quanto fatto non e' sufficiente e non ci riteniamo soddisfatti". Piu' cauto nel giudizio Simone Benini del Movimento 5 Stelle: "Il 2020 dovrebbe vedere tutte le forze politiche attive per essere propositive per la citta'- sottolinea- il bilancio e' stato gestito in sicurezza, si poteva usare di piu' sui mutui, ma la prudenza non e' mai troppa". Si aspettava un diverso atteggiamento dal centrosinistra il capogruppo di Forza Italia Lauro Biondi, che rimanda il giudizio ai cittadini. Mentre secondo Alberto Bentivogli della Lega l'amministrazione "ha adempiuto a tutti gli obblighi, progettualita' e investimenti inseriti a programma", dando "un segnale di cambiamento e di discontinuita'". Il caporuppo del Carroccio Massimiliano Pompignoli ricorda che "veniamo da anni di gestione ordinaria di una citta' che e' stata immobile, noi costruiamo un percorso per portarla all'avanguardia". Di certo "il covid non ha aiutato" e "ora occorre cercare di realizzare quello che avevamo nel programma" esorta al pragmatismo Davide Minutillo di Fratelli d'Italia. Il gruppo, aggiunge, "vigilera'" e "se le cose non si faranno ne discutera' al proprio interno". "Si e' sentito di tutto, invito a tornare alla realta'", tira le fila il capogruppo di Forli' cambia Elio Dogheria. (Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento