Predappio, nasce la Consulta giovanile: Lorène Cicognani eletta presidente

"Stiamo vivendo un momento importante per la nostra città", afferma il vicesindaco Chiara Venturi, nonché assessore alle Politiche giovanili

La Sala del Consiglio comunale ha fatto da cornice alla prima assemblea della Consulta giovanile del Comune di Predappio. L’assemblea generale, riunitasi il 10 ottobre, ha eletto Lorène Cicognani alla presidenza; eletto anche il Consiglio direttivo, composto da Elisa Cappelletti (vice presidente), Sara Fantini (segretario), Riccardo Flamigni, Paulina Anna Jaskolska e Jessica Gurioli.
Finalità della Consulta è quella di promuovere iniziative e dibattiti, ricerche e incontri sui principali temi di interesse giovanile, per divenire punto di riferimento per la partecipazione degli Under 30 alla vita amministrativa di Predappio e del suo comprensorio. Al centro le tematiche attinenti all'universo giovanile: sport, istruzione, ambiente, gli spazi sociali e le possibilità di partecipazione alla vita democratica comunale, per favorire la partecipazione giovanile in attività sociali ma anche per garantire un meccanismo di rappresentanza che metta al centro dell'azione amministrativa comunale alcune proposte elaborate direttamente dai giovani del paese.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Stiamo vivendo un momento importante per la nostra città - afferma il vicesindaco Chiara Venturi, nonché assessore alle Politiche giovanili - perché la nascita di un organismo di giovani ci permette di affrontare meglio le problematiche che arrivano direttamente da loro. Spesso, in particolare oggi, diventa difficile capire e confrontarsi con le nuove generazioni: la Consulta, gestita dai ragazzi in democrazia e piena libertà, deve aiutare ad accorciare le distanze tra loro e con l'amministrazione pubblica, per guardare insieme al futuro. Da parte nostra - prosegue - ci sarà il massimo della disponibilità, visto che i giovani, oltre ad essere la società di domani, rappresentano anche i futuri operatori di uno sviluppo economico che dobbiamo costruire". "La nascita della Consulta - sottolinea Gianni Flamigni, assessore con delega alle Associazioni e allo Sport - costituisce un ulteriore tassello verso quel progetto del ‘fare' indispensabile per costruire il futuro della nostra comunità, lasciando da parte divisioni, liti e appartenenze. Un progetto - conclude - che ha il mio pieno appoggio".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Aereo ultraleggero precipita e prende fuoco: perde la vita la promessa del nuoto Fabio Lombini

  • La sciagura di Fabio Lombini, gli ultimi istanti di vita col sorriso ripresi in un video

  • Addio a Fabio Lombini, "Era esempio quotidiano di forza di volontà"

  • Covid-19, il bollettino: un'anziana vittima a Forlì e un nuovo caso a Santa Sofia

  • Covid-19, 109esima vittima nel Forlivese: è una donna di 80 anni

  • Corso Mazzini perde un "pezzo", Trevi Sport chiude: "Una scelta sofferta, ma siamo rimasti soli"

Torna su
ForlìToday è in caricamento