rotate-mobile
Lunedì, 17 Giugno 2024
Cronaca

Continua grazie all'azione degli scout il viaggio della "Luce di Betlemme"

Il viaggio della “Luce di Betlemme” trae origine dal fatto che nella Grotta della Natività a Betlemme vi è una fiaccola che arde perennemente da secoli

Arrivata sabato scorso a Forlì, la "Luce di Betlemme" sta arrivando sul territorio forlivese grazie alle iniziative del Masci (Movimento Adulti Scout Italiani). Il simbolo di pace è stato consegnato giovedì a CavaRei, mentre sabato è entrato nel comune di Meldola. Il viaggio della “Luce di Betlemme” trae origine dal fatto che nella Grotta della Natività a Betlemme vi è una fiaccola che arde perennemente da secoli. Nel 1986, poco prima di Natale, per la prima volta la Luce venne portata dalla grotta di Betlemme in Austria, con un viaggio aereo organizzato grazie ad un'iniziativa di beneficenza. Da Linz, con la collaborazione delle ferrovie, la Luce venne poi distribuita in tutto il territorio e gli scout viennesi decisero di collaborare nel consegnarla a chi ne facesse richiesta. In Italia essa giunse nel 1993 e l'anno successivo si costituì un comitato spontaneo che partecipa fattivamente alla manifestazione della Luce della Pace, accendendola a Vienna e portandola in Italia. Durante l’incontro è stata letta la storia della "Luce di Betlemme" e recitata una preghiera.

"Luce di Betlemme", il tour continua

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua grazie all'azione degli scout il viaggio della "Luce di Betlemme"

ForlìToday è in caricamento