Venerdì, 15 Ottobre 2021
Cronaca

Contribuì alla nascita dell'Ail di Forlì-Cesena: addio al professor Sante Tura, papà dell'Ematologia italiana

Lo stesso Tura presenziò all’inaugurazione della nuova sede dell’Ail provinciale a Forlì in viale Roma il 30 ottobre del 2019

È morto lunedì sera all’età di 92 anni il professor Sante Tura, insieme a Franco Mandelli uno dei padri dell’Ematologia italiana. Tura è stato l’ispiratore della nascita della sezione di Forlì-Cesena dell’Ail nel novembre 1995. Fu lui, infatti, a volerla fortemente con il primo presidente Paolo Mazzotti. Lo stesso Tura presenziò all’inaugurazione della nuova sede dell’Ail provinciale a Forlì in viale Roma il 30 ottobre del 2019. Era presidente anche della sezione bolognese dell’Ail, che ha contributo a portare ai massimi livelli nell’ambito del panorama nazionale.

L’Ail Forlì-Cesena "rivolge un pensiero di profonda riconoscenza al prof per tutto ciò che ha fatto per i suoi pazienti e il mondo del volontariato". "Se ne va uno tra i fondatori dell’ematologia in Italia, una persona che ha saputo coniugare impegno, professionalità ed immensa umanità - affermano il presidente della Regione, Stefano Bonaccini, e l’assessore alle Politiche per la salute, Raffaele Donini -.Alla volontà e determinazione di curare malattie che, all’inizio della sua carriera di medico, sembravano incurabili e inguaribili".

Impegnato nella lotta ai tumori del sangue sin dagli anni Cinquanta, Tura, professore emerito dell’Università degli Studi di Bologna, è stato direttore dell’Istituto “L. e A. Seràgnoli” del Policlinico Sant’Orsola, presidente di Ail e della Società italiana di ematologia. Una vita, la sua, spesa tra ricerca, cura e insegnamento. "Una figura straordinaria- concludono Bonaccini e Donini-, che lascia in tutti coloro che l’hanno conosciuto, come medico, come insegnante, un ricordo profondo. Alla sua famiglia e a tutti i suoi cari le nostre più sentite condoglianze".

Al cordoglio si unisce anche il sindaco Gian Luca Zattini: "A nome dell’Amministrazione comunale e interpretando i sentimenti dell'intera comunità forlivese, esprimo il cordoglio per la scomparsa del professor Sante Tura. Alla nostra Città e al territorio, il professor Tura era legato da un solido rapporto, profondamente radicato nel corso degli anni e fondato su una frequentazione costante. Fondamentale è stato il suo contributo alla nascita della sezione provinciale della Associazione Italiana contro Leucemie, Linfomi e Mieloma. Lo ricordiamo con stima e gratitudine come grande amico di Forlì, come luminare della medicina, come docente, come punto di riferimento per l'associazionismo al servizio degli ammalati, delle famiglie e delle strutture sanitarie. Ai suoi Familiari, ai colleghi, agli allievi e a tutti coloro che con il professor Tura hanno condiviso percorsi di impegno professionale e civico, giunga il conforto dell’affetto e della riconoscenza dell'intera comunità forlivese".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contribuì alla nascita dell'Ail di Forlì-Cesena: addio al professor Sante Tura, papà dell'Ematologia italiana

ForlìToday è in caricamento