Cronaca

Contro l'antenna della telefonia all'Ospedaletto raccolte quasi 900 firme in pochi giorni

Nel documento si chiede di non autorizzare la realizzazione dell'impianto poichè "la posizione scelta dal gestore WindTre è vicino all'asilo nido Coccinelle e Farfalle"

Nel giro di una decina di giorni le firme in calce alla petizione sono diventate 893. E' questo l'esito di una raccolta firme per evitare la realizzazione di una nuova stazione radio base per la telefonia mobile Wind Tre Spa in via Cervese 19, all'Ospedaletto. Nel documento si chiede di non autorizzare la realizzazione dell'impianto poichè "la posizione scelta dal gestore WindTre è vicino all'asilo nido Coccinelle e Farfalle, scuola materna Angeletti, scuola elementare Bersani, scuola media Orceoli, scuola media La Nave, parco Buscherini e aree residenziali", viene spiegato nel testo della petizione. Nella petizione viene inoltre riportata l'esistenza di altri impianti con emissioni elettromagnetiche, "che danno già un'ottima copertura di segnale".

Negli uffici Servizio Ambiente e Protezione Civile del Comune di Forlì è stata depositata la richiesta per la realizzazione del progetto su un'area privata, che andrà ad occupare uno spazio di 35 metri quadrati. L'impianto, viene illustrato nella relazione illustrativa, "sarà ubicato su un’area definita nel PSC vigente come "Ambiti urbani consoldati-Area Centrale (articolo 9)" all’interno di una proprietà privata". Sarebbe costituito da quattro sistemi irradianti con orientamento diversificato in ragione delle esigenze di copertura della rete, collegati agli apparati radio da cavi coassiali". L'installazione può essere oggetto di osservazione, che il comitato che raccoglie le firme ha già depositato in Comune assieme alle firme dei residenti. "Abbiamo poi tempo fino a fine settembre per la raccolta di ulteriori firme per riconfermare la posizione del quartiere rispetto all'installazione", concludono i sostenitori della petizione.

La struttura prevede la presenza di un palo metallico alto 30 metri e di un pennone alto 4 metri. Ad essa verrebbero installate 4 antenne e tre parabole direzionali. Nella premessa viene spiegato da Wind Tre Spa che la società "intende aumentare e migliorare il servizio nella provincia di Forlì-Cesena" e che "l'attuazione prevede la realizzazione in tutto il territorio delle stazioni di telefonia radiomobile per la ricetrasmissione del segnale e impianti per i collegamenti in ponte radio".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contro l'antenna della telefonia all'Ospedaletto raccolte quasi 900 firme in pochi giorni

ForlìToday è in caricamento