menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Con i funghi meglio non rischiare: gli esperti dell'Ausl li controllano gratis

Al fine di prevenire intossicazioni, è possibile prenotare un esame dei funghi raccolti all'ispettorato micologico della sede di Forlì

Nell'attuale periodo di bassa produzione fungina, possono comunque crescere nel nostro territorio funghi spontanei tossici o velenosi. Al fine di prevenire intossicazioni, è possibile prenotare un esame dei funghi raccolti all'ispettorato micologico della sede di Forlì (Dipartimento di Sanità Pubblica, via della Rocca 19), telefonando al numero 0543-733564 dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 12:30. I Centri di Controllo Micologico (Ispettorati micologici) vengono istituiti in ottemperanza a quanto previsto dall'articolo 9 della Legge numero 352 del 23 agosto del 1993, "Norme quadro in materia di raccolta e commercializzazione dei funghi epigei freschi e conservati" integrato dall'articolo 22 della Legge regionale numero 6 del 2 aprile 1996, "Disciplina della raccolta e della commercializzazione dei funghi epigei spontanei nel territorio regionale. Attuazione della Legge numero 352 del 23 agosto 1993".

I compiti dell'Ispettorato micologico sono controllo dei funghi freschi spontanei destinati al consumo diretto (autoconsumo); supporto alle strutture ospedaliere e sanitarie; vigilanza sulla raccolta, commercializzazione e condizionamento dei funghi spontanei; controllo e certificazione morfo-botanica dei funghi freschi, secchi, congelati e condizionati in vincolo sanitario; analisi morfo-botanica con refertazione su campioni ufficiali di funghi freschi, secchi, congelati e condizionati; educazione alla salute e promozione di corsi didattici, convegni e di iniziative culturali e scientifiche (come previsto dall'articolo 10 della legge 352/93); commissioni di esame previste dall'articolo 15 della Legge regionale 6/96, così come modificata dalla Legge regionale 15/2011; consulenza tecnico-scientifica ai Comuni, alle Province, agli enti Parco, altri enti pubblici e soggetti interessati; certificazione di commestibilità dei funghi freschi spontanei destinati alla vendita al dettaglio e/o alla somministrazione; collaborazione con altre Ausl; e docenza a corsi organizzati da enti diversi.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Forlì è al centro del Nonprofit: il 23 aprile si terrà l'open day

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento