Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Dal 13enne derubato con l'inganno al borseggio al centro commerciale: serie di denunce alla Polizia

Sono diversi i casi trattati dagli agenti delle Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato di Forlì, diretti dal dirigente Stefano Santandrea

Una truffa per mezzo di una piattaforma social sventata. Un borseggio al centro commerciale Punta di Ferro, un furto ai danni di un cliente di un ristorante del centro ed infine il furto di un cellulare ai danni di un tredicenne. Sono i casi trattati dagli agenti delle Volanti dell'Ufficio Prevenzione Generale della Polizia di Stato di Forlì, diretti dal dirigente Stefano Santandrea.

La truffa

La truffa è stata commessa da un utente social che simulando un grave stato di salute, avrebbe rappresentato al suo contatto la volontà di destinargli un lascito ereditario, da qui si sono succeduti alcuni accordi per perfezionare la pratica che a dire del truffatore prevedeva il pagamento di tasse e balzelli vari, così che la parte offesa in più passaggi è arrivata a versare quasi 4500 euro; ad un certo punto, il truffatore ha recapitato alla vittima mediante corriere espresso una carta di credito (falsa) con stampigliato il nome della vittima, adducendo fosse dotata di un plafond di 220mila euro, corrispondente alla cifra in ballo nell’asse ereditario, richiedendo un ulteriore e ultimo versamento necessario per le spese bancarie di sblocco del pin dispositivo. Finalmente la vittima ha realizzato che era tutto un inganno e si è presentata in Questura per la relativa denuncia.

Il furto del cellulare con l'inganno

Il furto del cellulare è avvenuto mercoledì pomeriggio, vicino alla stazione. Un minore è stato avvicinato da un ragazzo più grande che ha simulato l’urgenza di fare una telefonata chiedendo la cortesia di poter usare il suo telefono. Il minore è caduto nell’inganno e glielo ha consegnato, ma quell’individuo si è dato alla fuga rendendosi irreperibile anche alle successive immediate ricerche in zona da parte della Polizia, così che non è rimasta altra soluzione che sporgere denuncia contro ignoti per l’avvio delle indagini dirette all’identificazione del personaggio e recupero della refurtiva. Per quanto riguarda il borseggio al Punta di Ferro e il furto in centro, sono state acquisite le immagini di videosorveglianza con la speranza possano essere utili per dare un nome agli autori, al momento ignoti. Derubato inoltre un cliente di un ristorante del centro della giacca contenente il portafoglio con 500 euro.

La lite e il furto

In centro, una volante è intervenuta per una lite tra fidanzati, nel corso della quale l’uomo si sarebbe appropriato della borsa della ragazza, che poi è stata costretta a trovare ospitalità da un’amica, poiché nella borsa c’erano anche le chiavi di casa e dell’auto, oltre al portafoglio e telefono. L’autore del gesto dovrà rispondere del furto e anche delle minacce proferite nel corso della lite avvenuta per la fine del rapporto affettivo decisa dalla ragazza. La borsa è stata poi recuperata dalla Polizia, con tutto il suo contenuto.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dal 13enne derubato con l'inganno al borseggio al centro commerciale: serie di denunce alla Polizia

ForlìToday è in caricamento