rotate-mobile
Domenica, 26 Giugno 2022
Sicurezza

Aeroporto, due denunce allo sbarco da Tirana: respinto un soggetto "pericoloso"

Un 34enne di nazionalità albanese, in regola col permesso di soggiorno e residente nel Ravennate, è stato invece denunciato a piede libero per "detenzione illegale di munizionamento"

E' di due denunce il bilancio dei controlli svolti dagli agenti della Polizia di Frontiera all'aeroporto "Ridolfi" di Forlì. L'attività è stata svolta nel primo pomeriggio di domenica all'atterraggio del volo delle 13.30 proveniente da Tirana. Un 34enne di nazionalità albanese, in regola col permesso di soggiorno e residente nel Ravennate, è stato denunciato a piede libero per "detenzione illegale di munizionamento" e "omessa dichiarazione di munizionamento all'imbarco". Sbarcato con la famiglia a Forlì, durante il controllo dei bagagli è spuntata una cartuccia calibro 7.65. L'uomo, senza precedenti, ha spiegato era una valigia che gli era stata data in prestito, ma questo non è bastato per evitare la denuncia.

Importante l'esito di un altro controllo effettuato dal personale in divisa nell'ambito di un'attività di prevenzione anche contro i furti in abitazione, inserita dall'Ufficio Prevenzione Generale della questura di Forlì, diretto dal dirigente Stefano Santandrea. Tra i 116 passeggeri del volo proveniente da Tirana c'era infatti anche un 39enne di nazionalità albanese, indagato in passato per spaccio di droga, furti, rissa, lesioni e reati contro il patrimonio commessi alcuni anni fa nella vallata del Bidente.

Dopo aver scontato le condanne, l'uomo è stato espulso, provvedimento che è decaduto in ambito europeo, ma non in Italia per ragione della sua pericolosità sociale. L'uomo è stato perciò "respinto" alla frontiera e imbarcato sul successivo volo per Tirana. Un atto amministrativo quindi di particolare importanza, che evidenzia l'alto livello di attenzione contro il fenomeno del pendolarismo dei furti. 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aeroporto, due denunce allo sbarco da Tirana: respinto un soggetto "pericoloso"

ForlìToday è in caricamento