Sorseggia una birra in un bar-latteria: scatta la denuncia e la chiusura del locale

Tra venerdì e sabato gli agenti hanno identificato quasi 200 persone, elevando sette contravvenzioni, quattro delle quali sabato mattina

Continuano i controlli della Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese finalizzati a garantire il rispetto delle regole contro la diffusione del covid-2019, intensificati per la festività del 25 Aprile. Tra venerdì e sabato gli agenti hanno identificato quasi 200 persone, elevando sette contravvenzioni, quattro delle quali sabato mattina. Quest'ultimo è un dato parziale aggiornato a sabato pomeriggio, con i controlli ancora in corso.

E' proseguita anche la verifica delle attività commerciali. Venerdì il personale ha controllato all'interno dei negozi ai quali è consentita l'apertura l'utilizzo obbligatorio della mascherina, come disposto dall'ordinanza firmata dal sindaco Gian Luca Zattini ed in vigore da giovedì. Nessuna violazione. Servizi analoghi sono stati effettuati anche a bordo degli autobus e proseguiranno nei prossimi giorni.

La Polizia Locale venerdì ha sanzionato anche un bar-latteria all'interno del quale vi era un cliente che stava consumando una birra. All'esercito commerciale è stato quindi denunciato secondo l'articolo 650 del codice penale, oltre ad essere diffidato alla chiusura ed essere segnalato come previsto dalla normativa. Sabato, oltre a servizi di pattugliamento con agenti in borghese, si è alzato in volo anche il drone, che ha sorvegliato l'area del Foro Boario, Parco Urbano, argine del fiume Montone e Cava.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento