Weekend di Pasqua, controlli al via. Agenti anche in borghese: "Saremo rigidi"

Sono iniziati già venerdì i controlli pasquali della Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese finalizzati a contenere al massimo il rischio di diffusione del Coronavirus

Nella foto il vicecomandante della Polizia Locale, Andrea Gualtieri

"Saremo rigidi sui controlli. E ci saranno anche pattuglie in borghese". Sono iniziati già venerdì i controlli pasquali della Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese finalizzati a contenere al massimo il rischio di diffusione del Coronavirus. L’intero territorio sarà presidiato fino al Lunedì dell'Angelo, con una maggiore attenzione rivolta verso la Riviera e le aree collinari, dove raggiungere la seconda casa per qualcuno potrà essere motivo di evasione. "Bisogna essere tutti responsabili, perchè questa è una battaglia che si vince tutti insieme", è il richiamo del vicecomandante della Polizia Locale, Andrea Gualtieri.

Vicecomandante Gualtieri, quante persone sono state identificate dall'inizio dell'emergenza?
Quasi 3200.

E per quanto concerne gli esercizi commerciali?
Abbiamo fatto circa 9500 controlli.

Per quanto riguarda le multe?
Sono poco meno di 150. Il dato comprende il precedente regime di denuncia dell'articolo 650 del codice penale, quello che faceva riferimento al primo decreto del governo (definito dal premier Giuseppe Conte "Italia Protetta", ndr), e quelle attuali che sono sanzioni amministrative, che vanno da un minimo di 400 euro.

E' iniziato il lungo weekend di Pasqua...
Già da venerdì abbiamo cercato di essere ancora più incisivi. Sono state identificate 157 persone e controllati 394 esercizi commerciali. Sono sette le sanzioni elevate. E' iniziato un rafforzamento dei controlli stradali.

Quali sono state le zone dove avete aumentato i controlli?
Abbiamo focalizzato l'attenzione all'uscita del casello dell'autostrada, finalizzato soprattutto ai veicoli in entrare nel territorio del Comune di Forlì. E' stato fatto un secondo posto di controllo in una zona da sempre fulcro della viabilità cittadina, ovvero in Piazzale della Vittoria. In questa occasione abbiamo utilizzato contemporaneamente tre pattuglie. Non sono stati posti di blocco. Poi siamo stati impegnati in un ulteriore controllo che ha riguardato le persone appiedate o in bicicletta.

Cosa avete riscontrato tra venerdì e sabato?
C'è stato un aumento degli spostamenti. Se venerdì erano prevalentemente per motivi di lavoro, sabato mattina invece per fare la spesa o recarsi in farmacia in vista del pranzo di Pasqua. Ossia spostamenti necessari. Nel pomeriggio tuttavia c'è stata una flessione, con scarso traffico.

Non solo pattuglie di agenti...
Ovviamente faremo ricorso alle tecnologie, con l'uso dei droni e delle telecamere, quest'ultime presenti soprattutto in centro storico, che serviranno per verificare possibili assembramenti.

Sabato avete già utilizzato il drone per verificare eventuali "corsette"?
Sì. Abbiamo pattugliato il parco urbano e l'area del lungo-argine, lato cava. Nessuna sanzione.

La vigilia di Pasqua è stata caratterizzata dalla spesa prima del pranzo della domenica di festa. Avete vigilato anche all'esterno dei supermercati?
E' un'attività che abbiamo svolto anche nei giorni scorsi. Durante i controlli delle attività commerciali, oltre a verificare le chiusure dove sono previste, verifichiamo il rispetto delle distanze e che vengano rispettate le norme igieniche. Su questo aspetto c'è grande attenzione.

Come sono stati organizzati i controlli per Pasqua e Pasquetta?
Le previsioni meteo promette un ponte festivo col bel tempo e temperature gradevoli. Si tratta di condizioni che possono invogliare alla "gita fuori porta", che non è assolutamente possibile. Oltre al rafforzamento dei servizi di controllo stradale nelle vie principali che portano al mare e collina, abbiamo predisposto pattuglie anche in abiti civili per rendere maggiormente efficaci i controlli e verificare il rispetto delle norme contro la diffusione del coronavirus. Ci saranno quindi posti di controllo che saranno coordinati con le altre forze dell'ordine del territorio forlivese. E come detto faremo ricorso all'uso del drone.

Quindi tolleranza zero...
Certo, nell'ottica del non rendere vano gli sforzi fatte dalle persone fino ad ora. I controlli saranno estremamente rigidi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Teme che le persone, stanche della reclusione, possano "evadere" da casa?
Il nostro compito è quello di far rispettare le regole imposte dal governo, dalla Regione e dal Comune. Storicamente il nostro è un territorio dove c'è collaborazione da parte dei cittadini, quindi auspico che ci sia la massima responsabilità da parte di tutti nel rispetto di queste norme che sono fondamentali per contrastare la diffusione del coronavirus. Più si rispettano queste norme e prima si uscirà da questa situazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: altri contagiati nel Forlivese

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, altri quattro casi a Predappio. Tra i contagiati anche uno studente

  • Coronavirus, 5 pazienti in terapia intensiva. Scoppia un nuovo focolaio a Predappio

  • Denis Dosio, tanta sofferenza dietro il successo: confessione in lacrime al Grande Fratello

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento