Rifiuti abbandonati, caccia ai maleducati. E tra questi spuntano anche decine di evasori

"Da inizio anno sono circa 140 le sanzioni elevate per abbondoni di rifiuti o errati conferimenti", fa il punto il vicecomandante della Polizia Locale, Andrea Gualtieri

Combattono con frequenza la maleducazione, ma dopo gli ennesimi abbandoni di rifiuti ai Romiti il comitato di Quartiere ha allargato le braccia davanti all'ennesimo gesto di inciviltà. E' proprio tra la Cava ed i Romiti che martedì mattina si è focalizzato uno dei controlli congiunti che la Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese effettua con periodicità settimanale in sinergia col personale di Alea Ambiente e delle Guardie Ecologiche Volontarie e che sono ripresi con sistematicità dopo il lockdown su disposizione dell'assessore alle Politiche Ambientali, Giuseppe Petetta.

L'attività ha interessato anche il giardino "Don Arturo Femicelli" in via Venturini, traversa di via Risorgimento. "Da inizio anno sono circa 140 le sanzioni elevate per abbondoni di rifiuti o errati conferimenti - fa il punto il vicecomandante della Polizia Locale, Andrea Gualtieri -. Quindici sono state fatte attraverso le fototrappole, 84 invece durante i controlli congiunti con Alea". Stanata anche un'altra tipologia di "furbetti": "Durante i controlli congiunti si è accertato che una decina di queste persone non era intestataria dell'utenza di igiene ambientale, non pagando quindi la tariffa prevista. A seguito degli accertamenti sono state regolarizzate le posizioni".

Divise in campo anche su attività d'iniziativa o su segnalazioni di cittadini: "La collaborazione dei cittadini è molto utile per indirizzare al meglio i controlli. Tra queste anche quelle attenzionate ad esempio dai Romiti", spiega il vicecomandante della Polizia Locale. Una settimana fa gli accertamenti svolti a Fornò e Vecchiazzano si sono concretizzati con undici accertamenti in corso. Gualtieri annuncia inoltre un ulteriore supporto da parte della tecnologia: "Saranno installate altre cinque fotocamere, un contributo importante perchè si possono effettuare accertamenti da remoto, riuscendo contermporaneamente ad ottimizzare le risorse umane, che intervengono in seguito per visionare e prendere i necessari provvedimenti".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento