L'autovelox lo stana a tutto gas, motociclista fornisce i dati dell'anziana cognata: stanato

Il trasgressore, in sella ad una moto, era transitato davanti ad un autovelox ad oltre 100 chilometri orari

Sfreccia a tutto gas davanti all'autovelox, ma per evitare la decurtazione dei punti e la sospensione della patente ha fornito i dati di una familiare. A smascherare l'inganno, attraverso un controllo incrociato dei dati, sono stati gli agenti del Nucleo di Polizia Giudiziaria della Polizia Locale dell'Unione dei Comuni della Romagna Forlivese. Il trasgressore, in sella ad una moto, era transitato davanti ad un autovelox ad oltre 100 chilometri orari. E per cavarsela ed evitare la sanzione aveva dichiarato i dati di una parente, nello specifico l'anziana cognata. Dall'attività è emerso che la "conducente della moto" già da tempo non era più abilitata alla guida a causa di una grave malattia e per questo il proprietario del motociclo è stato denunciato con l'accusa di "falsità ideologica".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata torna in Corso della Repubblica: colpaccio con soli 3 euro

  • "Terrona", il caso della lite condominiale finisce in tv: "Non sono razzista, insulti sotto l'effetto dell'ira"

  • Assalita nella lite condominiale a suon di 'terrona' e 'morta di fame': l'amara segnalazione di una donna

  • Due concorsi per una settantina di posti nel pubblico impiego, la Cgil organizza la formazione

  • Escort e over 45, la trasgressione non ha età: il lato piccante e proibito di Forlì

  • Oltre un milione di spettatori per il servizio sull'ospedale di Forlì in onda su Rai Tre

Torna su
ForlìToday è in caricamento