Convegno con studiosi da tutta Italia, omaggio ad Artusi per il bicentenario

Una mostra e un video gli ingredienti della due giorni dedicati al Padre della Cucina Italiana

Undici relatori di fama internazionale, una mostra a fumetti (aperta fino al 25 ottobre), un video che girerà il mondo dal titolo “Casa Artusi a Forlimpopoli il viaggio della cucina domestica italiana”. Sono gli ingredienti della due giorni (9 e 10 ottobre) a Casa Artusi omaggio al bicentenario del padre della cucina Italiana, Pellegrino Artusi.

Ad aprire la giornata di ieri (sabato 9 ottobre) la sindaca di Forlimpopoli Milena Garavini. “Questa due giorni vuole essere un messaggio di ottimismo e speranza lanciato dal nostro Pellegrino Artusi. Un personaggio che ha ancora tanto da dirci e da raccontarci in tutti i campi, come dimostra il tema del convegno. Quello artusiano è un progetto culturale prima che gastronomico, un progetto che vogliamo sviluppare ancora di più nel corso degli anni”.

A seguire la presidente di Casa Artusi Laila Tentoni. “Sono tanti gli eventi e i progetti in programma fino al 4 agosto 2021. Tra questi la pubblicazione nel sito di Casa Artusi dell’immenso patrimonio del carteggio di Pellegrino per metterlo così a disposizione degli studiosi. Il filo conduttore della due giorni? La leggerezza, la libertà e l’ironia di Artusi, lontano da qualsiasi racconto agiografico”.

Il curatore Andrea Tomasetig ha presentato la mostra, ospitata fino al 25 ottobre, dal titolo “Pellegrino Artusi 1820 - 2020. Ricette a fumetti di Alberto Rebori”. In esposizione 38 tavole che raccontano, in modo originalissimo, con parole e immagini, 20 ricette dell’Artusi e che fanno parte della serie di disegni realizzati da Rebori per illustrare un’edizione del celebre manuale, pubblicata dall’editore Maurizio Corraini.
A seguire sempre nella Chiesa dei Servi il convegno “La ricetta liberata” che ha analizzato in maniera originale il tema della ricetta sotto i diversi linguaggi di narrazione: giornale, cinema, etichetta, scrittura, lettura, radio e televisione, digitale, fotografia, oggetti, nutrizionista, scrittori e poeti. Interessante un dato evidenziato da più relatori: il passaggio in questi anni dal linguaggio della “parola” (scritta e parlata) a quello visivo (televisione canali social) con una costante abbreviazione dei tempi del racconto.

La due giorni si è conclusa con la presentazione in anteprima del video che girerà il mondo dal titolo “Casa Artusi a Forlimpopoli il viaggio della cucina domestica italiana”. Racconto di Casa Artusi e del progetto Forlimpopoli Città artusiana con il gastronomo interpretato dall’attore Denio Derni, il primo appuntamento sarà alla Settimana della cucina italiana nel mondo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Forlì spiccherà il volo verso Spagna, Germania e Ungheria: ufficializzata la terza compagnia

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

  • L'aeroporto di Forlì alla conquista del Mediterraneo: si allunga la lista delle compagnie

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento