menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

"Convertire i mesi di abbonamento persi nel periodo di chiusura forzata con voucher"

E' quanto affermano Letizia Balestra e Maurizio Tassani dell’associazione Sport Cultura & Futuro

"Mai come in questo momento occorre sostenere il mondo dell’associazionismo sportivo e delle palestre con provvedimenti finalizzati al sostegno di tutti i club costretti alla chiusura forzata imposta dal Governo". E' quanto affermano Letizia Balestra e Maurizio Tassani dell’associazione Sport Cultura & Futuro, che lunedì sera hanno incontrato tutto il mondo degli enti forlivesi. "Lo sport è risaputo, è indispensabile per la comunità, ed è visto da medici, psicologi ed esperti del settore come un metro di misura per il benessere psico-fisico e socio-sanitario - premettono -. Un fisico in salute contrasta le malattie, e quindi viene da se che il movimento e l’allenamento possono essere misure di contrasto per il Covid-19".

"Inoltre, secondo un’analisi del centro studi, gli effetti del Covid-19 hanno creato una ricaduta di Pil di oltre 7 miliardi nel mondo sportivo in maniera diretta, ma il recinto economico a rischio comprende tutta la parte indiretta che segue a cascata il mondo sportivo, da chi produce vestiario o scarpe per lo sport, al food e alla catena del mondo alberghiero. Se i club sportivi non vengono messi nelle condizioni non solo di aprire, ma di rimanere aperti, ne risentiranno filiere  di settori fondamentali per far ripartire l’Italia - aggiungono -. Come "Sport Cultura & Futuro" chiederemo alla Regione che venga presa in considerazione la richiesta nel convertire i mesi persi di abbonamento nel periodo di chiusura forzata con voucher da utilizzare come sconto dal credito d’imposta quando si andrà a fare la dichiarazione dei redditi paritetico ai mesi persi per causa maggiore. Ci vogliono fatti concreti, non clausule vessatorie".

Concludono i membri dell’associazione: "Il tempo a disposizione è finito. Andremo a chiedere inoltre alla regione l’avvio di una campagna di sensibilizzazione per tutte queste realtà che dagli albori della storia umana sono sempre stati i dispensatori di salute e benessere , e come tali devono essere messi in condizione di ripartire in serenità".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento