Coop Gulliver, il 9 novembre conferenza sugli ergastoli ostativi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di ForlìToday

"Ergastoli ostativi, fine pena mai" è il titolo della conferenza organizzata dalla cooperativa sociale Gulliver, in collaborazione con l'associazione Papa Giovanni XXIII che si terrà il 9 novembre (ore 21,00) presso la Biblioteca Magica di San Martino in Strada (viale dell'Appennino n. 496/B - ingresso adiacente al parcheggio della palestra).

L'evento si pone l'obiettivo di mettere in evidenza quelle forme di detenzione carceraria che non prevedono sconti di pena. "Pochi sanno - spiega Margherita Zaccarelli della cooperativa Gulliver - che i tipi di ergastolo sono due: quello normale, che pur nella sua durezza, lascia aperto uno spiraglio sul futuro e quello ostativo, una specie di condanna a morte, pur rimanendo vivo, senza nessuna speranza".

All'incontro interverranno Nadia Bizzotto e Giuseppe Angelini dell'Ass. Papa Giovanni XXIII, che presenteranno i libri dell'ergastolano Carmelo Musumeci "Gli uomini ombra", "Undici ore d'amore di un uomo ombra" e "Zanna Blu, le avventure", quali base della discussione sul tema dell'incontro.

L'evento è inserito nella più ampia iniziativa "CarcereIntorno" in collaborazione con Associazioni Con…Tatto, San Vincenzo De' Paoli e Gruppo Preghiera Monte Paolo ed è un ulteriore conferma dell'impegno profuso da diversi anni dalla cooperativa Gulliver con il mondo delle carceri e in particolare nell'inserimento lavorativo di detenuti all'interno del proprio laboratorio "RAEE in carcere".

 

 

Torna su
ForlìToday è in caricamento