Coronavirus, non ci sono studenti tra i nuovi contagiati: il nuovo bollettino

Non risultano studenti all'indomani dei due casi asintomatici riscontrati rispettivamente al Liceo Morgagni e alla scuola elementare Livio Tempesta

Continua tra alti e bassi l'andamento dei contagi da covid-19 nel Forlivese. Rispetto a mercoledì si registrano solo due casi in più a Forlì, contatti di casi positivi già noti. Non risultano studenti all'indomani dei due casi asintomatici riscontrati rispettivamente al Liceo Morgagni e alla scuola elementare Livio Tempesta. Come già comunicato mercoledì dal sindaco Gian Luca Zattini, il personale Ausl ha effettuato tutte le verifiche del caso sulle due situazioni ed ha valutato, in entrambe, che non si ravvisino situazioni riconducibili a contatti stretti in ambito scolastico, né tra gli alunni né tra questi ed il personale scolastico (Ata e corpo docenti) impiegato nella medesima classe.

Per loro non è dunque previsto l’isolamento, ma l’effettuazione di tamponi a scopo prevalentemente conoscitivo e cautelativo. In attesa dell’esito, le due classi e il personale coinvolto dovranno adottare tutte le misure di distanziamento e l’uso della mascherina anche in posizione statica. In ragione di quanto evidenziato, non solo non è stata disposta la chiusura dei due gruppi-classe, ma non è stata disposta nemmeno la chiusura dei due diversi istituti.

La situazione in Regione

In Emilia-Romagna si sono stati registrati 34.711 casi di positività, 99 in più rispetto a mercoledì, di cui 56 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali: 47 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e sempre 47 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 7 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso-faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è 9.

L’età media dei nuovi positivi di giovedì è di 48 anni. Su 56 nuovi asintomatici, 31 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 17 attraverso i test per categorie a rischio introdotti dalla Regione, 8 grazie agli screening pre-ricovero. Purtroppo, si registra un nuovo decesso: un uomo di 88 anni della provincia di Reggio Emilia. Per quanto riguarda la situazione nel territorio, il maggior numero di casi si registra nelle province di Bologna (33), Modena (12), Piacenza (12) e Parma (11).

I tamponi effettuati sono stati 11.096, ai quali si aggiungono anche 1.960 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a giovedì sono 4.627 (+ 14 rispetto a mercoledì). Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.415 (+9 rispetto a mercoledì), il 95% dei casi attivi. Invariati i 20 pazienti in terapia intensiva, 192 (+5) i ricoverati negli altri reparti Covid. Le persone complessivamente guarite hanno raggiunto quota 25.604 (+84 rispetto a mercoledì): 8 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 25.596 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ora è ufficiale: da domenica Emilia Romagna in zona gialla. Bar e ristoranti riaprono fino alle 18. Poi solo asporto o consegne a domicilio

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Un alleato contro il Coronavirus? Vitamina D, cos'è e come assumerne di più

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

Torna su
ForlìToday è in caricamento