Coronavirus, morto un 71enne di Forlimpopoli. Altri cinque casi nelle scuole

Grazie all’attività di contact tracing, svolta dall’Igiene pubblica di Forlì, sono stati individuati cinque nuovi casi Covid in ambito scolastico

Sono 55 i nuovi casi di covid-19 comunicati nel bollettino di giovedì. La Prefettura ha comunicato anche il decesso di un 71enne di Forlimpopoli, avvenuto il 24 ottobre scorso, che si trovava ricoverato nel reparto di Terapia Intensiva dell'ospedale "Maurizio Bufalini" di Cesena. Questa la distribuzione dei casi: 3 a Bertinoro, tre a Castrocaro, uno a Civitella, 27 a Forlì, due a Forlimpopoli, quattro a Meldola, sette a Predappio, uno a Rocca San Casciano ed uno a Santa Sofia. A livello provinciale sono stati conteggiati 80 nuovi infettati e 62 guarigioni.

Grazie all’attività di contact tracing, svolta dall’Igiene pubblica di Forlì, sono stati individuati cinque nuovi casi anche in ambito scolastico. Si tratta di studenti del Liceo Scientifico, del Liceo Classico, della media "Benedetto Croce" e della primaria "De Amici", mentre è risultata positiva un'insegnante della "Saffi". A seguito dei sopralluoghi eseguiti da parte degli operatori sanitari, è emerso il rispetto di tutte le misure di prevenzione prescritte nelle "Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di Sars-Cov-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell'infanzia" dell'istituto Superiore di Sanità (Rapporto ISS Covid-19 n. 58/2020) e della regione Emilia-Romagna (Protocollo 10/09/2020.0590077.U).

"Pertanto non vengono individuati contatti stretti ad alto rischio in ambito scolastico del soggetto positivo, ma solo contatti occasionali - viene riportato -. I contatti occasionali della classe dovranno monitorare la comparsa di febbre o altri sintomi sospetti per Covid (tosse, raffreddore, diarrea, congiuntivite) per 14 giorni dall'ultimo contatto a rischio. ln caso di comparsa di sintomi, è necessario contattare tempestivamente il proprio medico di medicina generale. Per i contatti occasionali non è prescritta la quarantena o la sospensione della frequenza scolastica, ma si raccomanda di utilizzare la mascherina chirurgica, avere una accurata igiene delle mani ed evitare occasioni di aggregazione che impediscano il distanziamento fisico. A tali contatti occasionali viene proposto un tampone".

Sulla situazione di Modigliana aggiorna il sindaco Jader Dardi: "Hanno dato tutti esito negativo i tamponi eseguiti ad alcuni dipendenti della ditta Alpi ed i risultati del test sierologico effettuati su base volontaria hanno evidenziato che su 248 test effettuati solo 4 persone hanno dato esito positivo e sono stati sottoposti a tampone, come si legge dal comunicato della azienda. Debbo purtroppo segnalare la notizia di una persona risultata positiva al Covid attualmente ricoverata all'Ospedale Covid di Lugo. Si tratta di un ospite della Casa di Riposo Madonna del Cantone che è stato ricoverato in ospedale a Faenza da cui è stato dimesso con tampone negativo e tenuto cautelamente in isolamento nella struttura, dopo pochi giorni ha manifestato sintomi di difficoltà respiratoria ed è stato poi ricoverato presso l'Ospedale di Lugo. Tutti gli operatori erano risultati negativi ai tamponi di controllo effettuati lo scorso 22 ottobre e ripetuti cautelativamente nella giornata di mercoledì".

La situazione in Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 1.545 casi in più rispetto a mercoledì, su un totale di 21.860 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 2.848 test sierologici). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 7,1%. Dei nuovi contagiati, sono 741 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali complessivamente, tra i nuovi positivi 198 persone erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 300 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di giovedì è 43 anni.

Sui 741 asintomatici, 243 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 54 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 9 per screening sierologico, 25 con i test pre-ricovero. Per 410 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province vede quella di Bologna con 305 nuovi casi, quindi Reggio Emilia (288), Modena (283), Piacenza (159), Parma (140),  Rimini (108), Ravenna (91), Ferrara (42). Poi Forlì (55), Imola (44) e Cesena (30). I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, agiovedì sono 19.713 (1.484 in più di quelli registrati mercoledì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 18.536 (+1.425 rispetto a mercoledì), il 94% dei casi attivi.

Purtroppo, si registrano 8 nuovi decessi: 3 in provincia di Modena (3 donne, una di 94 e 2 di 80 anni), 2 in provincia di Parma (1 donna di 94 e 1 uomo di 72 anni), 2 in provincia di Bologna (1 uomo di 94 anni e 1 donna di 87 anni) e 1 in quella di Piacenza (1 donna di 65 anni). Dall’inizio dell’epidemia i decessi complessivi in Emilia-Romagna sono 4.601. I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 123 (+4), 1.054 quelli in altri reparti Covid (+55). Sul territorio, le 123 persone ricoverate in terapia intensiva sono così distribuite: 9 a Piacenza (-1), 12 a Parma (dato invariato), 6 a Reggio Emilia (invariato), 17 a Modena (+1), 47 a Bologna (+4), 4 a Imola (invariato), 6 a Ferrara (invariato), 4 a Ravenna (invariato), 8 a Forlì (+1), 2 a Cesena (-1) e 8 a Rimini (lo stesso dato di ieri). Le persone complessivamente guarite salgono a 27.724 (+53).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

Torna su
ForlìToday è in caricamento