Covid-19, muore un'altra ospite della "Zangheri". Nel Forlivese un solo contagiato nelle ultime 24 ore

Nel Forlivese i ricoverati sono scesi a 36, mentre coloro che si trovano in isolamento domiciliare sono 163. I dimessi guariti sono 636, +28 su giovedì

Il covid-19 fa un'altra vittima alla casa di riposo "Zangheri" di Forlì. Si tratta di un'anziana di 76 anni. Un altro decesso si è invece verificato a Cesena, un uomo di 80 anni. Ma il bollettino della Prefettura di Forlì-Cesena sull'emergenza sanitaria, aggiornato a venerdì pomeriggio alle 14, restituisce anche dei numeri positivi: trentasei guariti in tutta la provincia. I nuovi contagiati sono tre: uno a Forlì e due a Savignano sul Rubicone. I casi totali dall'inizio della pandemia sono 1718, dato che comprende anche i 1157 guariti e 187 morti. I ricoverati sono 74, nessuno in terapia intensiva, mentre i positivi che non necessitano di cure in ospedale sono 300.

Nel Forlivese i ricoverati sono scesi a 36, mentre coloro che si trovano in isolamento domiciliare sono 163. I dimessi guariti sono 636, +28 su giovedì. Dall'inizio dell'emergenza i casi totali sono 942. A Forlì i positivi sono 138, 27 dei quali ricoverati con sintomi e 111 in isolamento domiciliare. Questa la distribuzione dei casi positivi a venerdì pomeriggio: 6 a Bertinoro, uno a Castrocaro, uno a Civitella, uno Dovadola, 14 a Forlimpopoli, 22 a Meldola, quattro a Predappio, 11 a Rocca San Casciano e uno a Tredozio. A quota zero sono Galeata, Modigliana, Portico, Premilcuore e Santa Sofia.

Questa la situazione dei guariti: 372 a Forlì, 50 a Bertinoro, 14 a Castrocaro, 12 a Civitella, sette Dovadola, 55 a Forlimpopoli, quattro a Galeata, 57 a Meldola, uno a Modigliana, tre a Portico, 21 a Predappio, due a Premilcuore, 36 a Rocca San Casciano e due a Santa Sofia. Le vittime sono invece 67 a Forlì, due a Bertinoro, uno a Civitella, 14 a Forlimpopoli, nove a Meldola, sette a Predappio e sei a Rocca San Casciano. Nel Cesenate sono ancora ricoverati in 38, mentre stanno affrontando la malattia a casa in 137. Coloro che hanno sconfitto il covid-19 sono 521. Il numero dei casi totali è di 776.

La situazione in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 27.470 casi di positività, 53 in più rispetto a giovedì. I tamponi effettuati sono 3.940, per un totale di 282.857. Le nuove guarigioni sono 237 (18.703 in totale), mentre continuano a calare i casi attivi, e cioè il numero di malati effettivi, che a venerdì sono scesi a 4.730 (-196). Le persone in isolamento a casa, cioè quelle con sintomi lievi, che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 4.089, - 153 rispetto a giovedì. I pazienti in terapia intensiva sono 89 (-3). Diminuiscono anche quelli ricoverati negli altri reparti Covid: -40

Le persone complessivamente guarite salgono quindi a 18.703 (+237): 1.504 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 17.199 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Purtroppo, si registrano 12 nuovi decessi: 6 uomini e 6 donne. Complessivamente, in Emilia-Romagna sono arrivati a 4.037. I nuovi decessi riguardano 2 residenti nella provincia di Piacenza, 1 in quella di Parma, 1 in quella di Modena, 4 in quella di Bologna (nessuno nell’imolese), 1 in quella di Ravenna ed in quella di Rimini. Nessun decesso tra i residenti nella provincia di Reggio Emilia, Ferrara e da fuori Regione.

Questi i casi di positività sul territorio, che invece si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.455 a Piacenza (6  in più rispetto a giovedì), 3.444 a Parma (9 in più), 4.919 a Reggio Emilia (5 in più), 3.895  a Modena (11 in più), 4.528 a Bologna (9 in più); 392 le positività registrate a Imola (dato invariato), 985 a Ferrara (1 in più). In Romagna i casi di positività hanno raggiunto quota 4.852 (12 in più), di cui 1.018 a Ravenna (dato invariato) e 2.122 a Rimini (9 in più).

La rete ospedaliera

Da Piacenza a Rimini, il piano di rafforzamento messo a punto dalla Regione ha portato complessivamente a 2.528 posti letto attivati per i pazienti Covid-19: 2.251 ordinari (243 in meno rispetto al 15 maggio) e 277 di terapia intensiva (9 in meno rispetto al 15 maggio). Nel dettaglio: 329 posti letto a Piacenza (di cui 28 di terapia intensiva), 297 a Parma (22 di terapia intensiva), 258 a Reggio Emilia (35 di terapia intensiva), 327 a Modena (55 di terapia intensiva), 648 tra Bologna e Imola, e dunque nell’area metropolitana (71 terapia intensiva, di cui 8 a Imola), 201 a Ferrara (16 di terapia intensiva), 468 in Romagna, di cui 50 per terapia intensiva. Nel dettaglio: 126 a Rimini (di cui 27 per la terapia intensiva), 37 a Ravenna (di cui 2 per la terapia intensiva), 97 a Lugo (di cui 10 per la terapia intensiva), 26 a Faenza, al San Pier Damiano Hospital; 79 a Forlì, 73 a Cesena (di cui 11 per la terapia intensiva) e 30 posti letto a Villa Serena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Chiude supermercato in corso della Repubblica, ma non si spegne la vetrina e restano i servizi ai residenti

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • La sciagura del ciclista ucciso, "Era generoso e scherzoso". L'automobilista indagata per omicidio stradale

  • La rabbia del titolare del ristorante: "Lo Stato mi nega il ristoro, io riapro"

Torna su
ForlìToday è in caricamento