Coronavirus, altri quattro casi nel Forlivese. In regione l'età media scende a 31 anni

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 31.094 casi di positività, 65 in più rispetto a lunedì

Altri quattro casi di covid-19, tre dei quali sintomatici, nel Forlivese. E' quanto emerge dal bollettino della Regione, che aggiorna così il numero totale delle persone che hanno contratto il virus a 1.040, dato comprensivo dei morti e guariti. Secondo quanto comunicato dalla Prefettura sulla base dei dati forniti dall'Ausl, un contagiato è stato accertato a Forlì, due a Bertinoro ed uno a Forlimpopoli. Un nuovo caso è stato riscontrato anche a Castrocaro (non comunicato dall'Ausl), come ha riportato su Facebook il sindaco Marianna Tonellato.

"Purtroppo il numero dei contagiati del nostro Comune sale a 2 unità - esordisce -. Entrambe le persone, per fortuna, stanno bene. Tuttavia sappiamo che il virus, di norma, é meno pericoloso per i giovani. Giovani che, tuttavia, possono essere un veicolo di trasmissione nei confronti dei più anziani o immunodepressi (genitori, nonni, zii ecc). Per questo invito tutti i giovani che siano stati alle Indie di Cervia, a scopo precauzionale, a prendere contatti con la nostra  Ausl, per effettuare gratuitamente il tampone e mettere così in sicurezza se stessi e i propri cari".

Sono invece sette i nuovi contagiati nel Cesenate (sei a Cesena ed uno a Savignano), che porta il dato complessivo a 896. In provincia è stato conteggiato un solo guarito. A Ravenna e provincia (totale 1.299) su 16 nuovi positivi, di cui 13 già in isolamento al momento del tampone, 11 fanno riferimento a pazienti che hanno frequentato le discoteche della zona o a loro contatti stretti. Dei casi rimanenti, due sono stati individuati a seguito di test sierologici positivi (uno eseguito spontaneamente, l’altro perché categoria a rischio) e uno per presenza di sintomi. Un solo caso - asintomatico - nel Riminese (totale 2.384).

La situazione in Emilia Romagna

Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 31.094 casi di positività, 65 in più rispetto a lunedì, di cui 33 asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Il numero di tamponi effettuati ieri è tra i più alti in Emilia-Romagna dall’inizio dell’emergenza sanitaria: oltre 11mila. Dei 65 nuovi casi, 36 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 30 sono stati individuati nell’ambito di focolai già noti. Sono 17 i nuovi contagi collegati a rientri dall’estero, per i quali la Regione ha previsto due tamponi naso faringei durante l’isolamento fiduciario se in arrivo da Paesi extra Schengen e un tampone se di rientro da Grecia, Spagna, Croazia e Malta. Il numero di casi di rientro da altre regioni è pari a 7. L’età media dei nuovi positivi di oggi è 31 anni.

Su 33 nuovi asintomatici, 11 sono stati individuati attraverso gli screening e i test introdotti dalla Regione, 19 grazie all’attività di contact tracing mentre 2 casi sono emersi dai test pre-ricovero e 1 non è ancora noto. In provincia di Modena su 11 casi positivi, 3 sono persone di ritorno dalla Sardegna, 3 sono stati individuati grazie ai test al rientro dall’estero (Spagna, Croazia e Albania i paesi coinvolti) mentre 5 sono riferiti al tracciamento di contatti stretti riferiti a casi già noti.

I tamponi effettuati lunedì sono 11.052, per un totale di 843.153. A questi si aggiungono anche 1.554 test sierologici. I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a martedì sono 2.189 (50 in più di quelli registrati lunedì). Non si registra nessun decesso in tutta l’Emilia-Romagna Le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 2.094 (+45 rispetto a lunedì), il 95% dei casi attivi. Calano a 5 (-3) i pazienti in terapia intensiva, mentre salgono a 90 quelli ricoverati negli altri reparti Covid (+8 rispetto a lunedì).

Le persone complessivamente guarite sono 24.447 (+13 rispetto a lunedì): 26 “clinicamente guarite”, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 24.421 quelle dichiarate guarite a tutti gli effetti perché risultate negative in due test consecutivi. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.747 a Piacenza (+1, nessun sintomatico), 3.890 a Parma (+5, di cui 3 sintomatici), 5.328 a Reggio Emilia (+8, di cui 5 sintomatici), 4.319 a Modena (+11, di cui 8 sintomatici), 5.560 a Bologna (+5, di cui 1 sintomatico), 459 casi a Imola (invariato) e 1.178 a Ferrara (+7, di cui 2 sintomatici).

Intanto il presidente Stefano Bonaccini ha firmato un'ordinanza regionale in cui si dispone per i residenti o domiciliati nella nostra regione che rientrano in Emilia-Romagna da Grecia, Croazia, Malta e Spagna, oltre al già vigente obbligo di informare del proprio arrivo i competenti uffici dei Dipartimenti di Sanità Pubblica dell'Ausl di residenza, anche attraverso la piattaforma di cui al sito https://salute.regione.emilia-romagna.it/rientro-estero, per essere sottoposti entro 48 ore a test molecolare da tampone rinofaringeo, l’obbligo, sia per il periodo precedente il test che per quello intercorrente tra l’esecuzione del tampone e la disponibilità dell’esito analitico, di osservare in modo scrupoloso le misure igienico sanitarie, procedendo all’isolamento fiduciario solo a fronte di test con esito positivo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Aeroporto, il Ridolfi torna sui radar di tutto il mondo: si parte con i voli commerciali

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento