menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nella seconda ondata oltre 3mila casi nel Forlivese e 27 morti. L'Aeronautica al drive-through

Nella prima ondata l'Igiene Pubblica di Forlì ha riscontrato 960 casi nel comprensorio di Forlì

La pandemia da covid-19 nel Forlivese divisa in due ondate: la prima da inizio marzo al 30 giugno e la seconda dal 30 giugno in poi. Nella prima l'Igiene Pubblica di Forlì ha riscontrato 960 casi nel comprensorio di Forlì, con 115 decessi, con una percentuale mortalità del 12%. Da quest'estate i casi sono stati 3.237, con 27 decessi ed una percentuale di mortalità inferiore al 1%. Degli oltre 3mila casi, il 60% è guarito e il 39% è alle prese col virus. In ambito scolastico, stando ai dati aggiornati al 16 novembre, i casi sono stati 266, ma con i dati degli ultimi giorni si è arrivati a circa 300.

Come annunciato nei giorni scorsi da ForlìToday, al personale dell'Igiene pubblica impegnato quotidianamente al drive-through di via Punta di Ferro si sono aggiunti da lunedì due marescialli infermieri dell'Aeronautica Militare, che collaborano quindi nell'effettuare i tamponi. L'attività rientra nell'ambito dell'Operazione Igea (prevenzione nell'antichità) fortemente voluta dal Ministero della Difesa, che ha schierato nell’emergenza sanitaria in tutto il territorio nazionale 460 medici e 870 infermieri delle forze armate in concorso al Servizio Sanitario Nazionale.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento