Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca

Continua il calo dei ricoverati, l'ospedale torna a dismettere i reparti Covid. "Ma siamo sempre vigili"

"Il peggio, per il momento è alle spalle, ma è meglio restare guardinghi poichè certezze ancora non ce ne sono", è il messaggio di Paolo Masperi, direttore dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì

Nelle ultime settimane c'è un effetto paracadute sulla crescita dei contagi da covid-19. Ma guai ad abbassare la guardia. "Il peggio, per il momento è alle spalle, ma è meglio restare guardinghi poichè certezze ancora non ce ne sono - è il messaggio di Paolo Masperi, direttore dell'ospedale "Morgagni-Pierantoni" di Forlì -. Il trend ci fa guardare in avanti con fiducia, ma bisogna essere sempre molto prudenti". A venerdì sono 46 i ricoverati per covid nel nosocomio di via Forlanini, il che sta consentendo una riorganizzazione dei vari reparti.

Con la diminuzione dei ricoveri per covid, l'ospedale sta pian piano incamminandosi verso la normalità. E' così?
Abbiamo iniziato a riorganizzarci, seguendo il trend epidemiologico. Da circa 15 giorni abbiamo iniziato l'operazione di ritorno dei posti letto che avevamo dedicato a pazienti covid. Il 26 aprile siamo tornati ad aver un assetto di Rianimazione suddiviso in due aree, una dei sei letti per pazienti non covid ed un'altra di quattro per chi sta affrontando il virus. Nella fase più critica infatti tutti i 10 posti letto erano dedicati a persone positive.

Per quanto riguarda gli altri reparti?
Parallelamente al calo dei ricoverati, abbiamo disattivato un reparto covid, creato al sesto piano, dove c'era l'Ortopedia-Traumatologia. Quindi gradualmente la Traumatologia sta tornando nella sua sede naturale. L'operazione non è ancora conclusa e auspichiamo la prossima settimana di poter dedicare tutti i posti letto alla loro funzione d'origine. Il quinto piano resta reparto 'filtro'. Anche la Pneumologia vedrà metà area in assetto covid. Inoltre avevamo attivato un reparto covid a Villa Serena, che venerdì è stato dismesso Quindi è diventato "covid free".

Riassumendo numericamente?
Saranno dedicati a pazienti covid 32 letti nell'unità operativa di Medicina, 16 in quella di Pneumologia, 4 in quella di Rianimazione e 15 nel reparto di Malattie Infettive.

Per quanto riguarda le attività ordinarie?
Stiamo riprendendo gradualmente tutte le attività, ovviamente con la gradualità dovuta al ripristino dei posti letto. Dal punto di vista chirurgico è stato riattivato lo schema classico ante-covid di disponibilità di sale. Siamo al 90% del regime totale.

La Uil ha lanciato l'allarme ferie per il personale e la mancanza di un piano. Qual è la situazione?
Lo stiamo realizzando e nel giro di una settimana sarà praticamente pronto. Ci rendiamo conto che, dopo un anno così faticoso, il personale abbia necessità di riposo. E' molto provato, anche perchè il turn over è stato molto importante e non sempre siamo riusciti a far fronte alla copertura delle assenze. Quindi c'è stato molto impegno da parte di tutti.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Continua il calo dei ricoverati, l'ospedale torna a dismettere i reparti Covid. "Ma siamo sempre vigili"

ForlìToday è in caricamento