Coronavirus, aiuti agli indigenti in quarantena: non si ferma la consegna degli alimenti

I pacchi vengono consegnati sia a persone indigenti, positive al Covid, che per ragioni economiche non hanno la possibilità di acquistare per conto proprio generi alimentari di prima necessità

Si è svolta venerdì mattina in municipio, alla presenza dell’assessore al welfare Rosaria Tassinari, la riunione di coordinamento del programma di gestione e distribuzione dei pacchi alimentari ai quarantenati in condizione di disagio socio-economico. Presenti al tavolo di regia la Protezione Civile, la Caritas, la Croce Rossa, l’igiene pubblica, l’associazione Salute e Solidarietà e i funzionari dei servizi sociali del Comune di Forlì.

"E' stata una preziosa occasione di confronto per fare il punto sul tema degli aiuti alimentari ai quarantenati - fa il punto Tassinari -. La crescita della curva epidemiologica, anche nel nostro territorio, ci obbliga a tenere alta l’attenzione rispetto alle situazioni di fragilità e disagio socio-economico. La consegna di pacchi alimentari a famiglie in quarantena durante il lockdown, si è dimostrata uno strumento prezioso ed efficace per aiutare e dare conforto a chi si ritrova in condizioni di isolamento domiciliare, ragion per cui è nostra intenzione proseguire su questa strada".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"I pacchi vengono consegnati sia a persone indigenti, positive al Covid, che per ragioni economiche non hanno la possibilità di acquistare per conto proprio generi alimentari di prima necessità, sia a quelle persone che – pur godendo di una rete famigliare di sostegno e di un quadro economico più rassicurante – non possono e non vogliono uscire per ragioni precauzionali e di rischio di diffusione del contagio - conclude -. In entrambi i casi comunque, l’iniziativa si dimostra un anello di congiunzione importante tra il mondo del volontariato e quello dell’amministrazione pubblica che, così facendo, riesce a garantire un supporto prezioso ed immediato a chi lotta contro la malattia".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La tabaccheria ancora baciata dalla fortuna, nuovo terno al Lotto: "Forse una data di nascita"

  • Coronavirus, ecco il nuovo dpcm punto per punto: ristoranti chiusi alle 18. Stop per palestre, cinema e teatri

  • Da Forlì parte la ribellione delle palestre: "Se imporranno la chiusura, non chiuderemo"

  • Coronavirus, due insegnanti e tre studenti infettati: classe dell'asilo in quarantena

  • Meldola in lutto per la scomparsa di Stefanino, il sindaco: "Una figura speciale per tutti"

  • Coronavirus, contagi in aumento. Bonaccini non esclude una stretta sulle scuole

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento