Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, alla Drudi 38 casi da inizio emergenza: attivati due reparti covid

A fare il punto della situazione sulla casa di riposo di Meldola è il sindaco Roberto Cavallucci

Alla Drudi sono stati rilevati complessivamente 38 casi di positività, 29 riguardanti gli anziani ospiti (3 sono in ospedale ed 1 è deceduto) e 9 tra gli operatori. A fare il punto della situazione sulla casa di riposo di Meldola è il sindaco Roberto Cavallucci. "Nonostante tutti gli sforzi messi in atto e il rispetto delle misure indicate dalle autorità sanitarie abbiamo registrato a fine marzo un primo focolaio di 14 anziani e 5 operatori positivi su 313 tamponi eseguiti con verifica di tutte le maestranze (medici, infermieri e operatori socio-sanitari) e tutti gli anziani - illustra il sindaco -. Gli operatori positivi sono stati posti in isolamento domiciliare e sostituiti mentre i nostri anziani sono stati collocati in un reparto covid-19 appositamente creato al 5° piano in accordo con l’Ausl ed il gestore con la presenza di uno specialista infettivologo, di un medico, di infermieri e di personale dedicato".

"Successivamente - chiarisce il sindaco - un anziano negativo portato in ospedale è risultato positivo ed a seguito di lievi febbri che hanno colpito 14 anziani residenti nel 2° e 3° piano (gli stessi piani nei quali erano stati rilevati i positivi al primo screening) sono stati trovati 7 anziani positivi (al primo tampone erano negativi) immediatamente spostati al reparto covid. A seguito di questo rilevamento sono stati nuovamente eseguiti tamponi su tutti gli operatori ed anziani dei piani 2° e 3°; dai 110 tamponi eseguiti sono risultati positivi 4 operatori e, notizia di venerdì, 7 anziani".

I positivi, puntualizza il primo cittadino, "sono tutti riferibili al 2° e 3° piano, mentre nessun caso è stato rilevato nelle altre parti della struttura. Purtroppo il reparto covid esistente al 5° piano non può contenere tutti i 25 positivi pertanto, in accordo con Ausl e con il gestore, è stato immediatamente trasformato il 3° piano lungo della struttura in un reparto covid al fine di ospitare tutti gli anziani della Drudi colpiti dal virus ed avere idonea assistenza sanitaria. E’ stato inoltre creato un reparto filtro, in un’ala isolata del 3° piano, nel quale sono stati spostati gli anziani che, pur risultando negativi al secondo tampone, potrebbero avere avuto contatti con i positivi".


Si tratta, aggiunge Cavallucci, di una situazione che "mi preoccupa e che più di tutto assorbe la mia attenzione, conscio della fragilità dei suoi ospiti e della difficoltà che vivono anche i familiari ormai da diverse settimane lontani dai propri cari. Come Amministrazione Comunale seguiamo l'evolversi della situazione in maniera diretta e costante con la massima attenzione e attivando tutto ciò che è possibile al fine di scongiurare nuovi contagi. Un ultimo pensiero, ma non per questo meno importante, lo rivolgo come sempre a tutti i nostri concittadini ammalati augurando loro di rimettersi al più presto".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, alla Drudi 38 casi da inizio emergenza: attivati due reparti covid

ForlìToday è in caricamento