Coronavirus, raffica di tamponi: continua a crescere la curva dei contagi

In Emilia-Romagna si sono registrati 1.180 casi in più rispetto a venerdì, su un totale di 17.612 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore ai quali si aggiungono anche 2.256 test sierologici

Continua a crescere la curva dei contagi da covid-19 grazie alla raffica di tamponi che vengono svolti quotidianamente dagli infermieri dell'Ausl Romagna. Per il territorio Forlivese si registrano 44 casi, di cui 36 sintomatici. Nel dettaglio, in sei hanno contratto il virus per contatto lavorativo, dodici si sono infettati per contatto con famigliare positivo, mentre otto per contatto stretto con un soggetto positivo. In sedici hanno appreso del virus grazie al tampone richiesto dal medico di famiglia per sintomi, uno per screening lavorativo ed uno per contatto scolastico. Tra i contagiati c'è anche il primario di Chirurgia Endocrina, Alberto Zaccaroni: è asintomatico ed in buone condizioni. Si tratta del secondo primario positivo dopo il caso di Roberta Gunelli, direttore dell’Unità operativa di Urologia. Questa la distribuzione dei nuovi casi: sei a Bertinoro, uno a Castrocaro, uno a Civitella, 29 a Forlì, cinque a Forlimpopoli, uno a Predappio ed uno a Tredozio. A livello provinciale sono 75, con 73 guariti.

La situazione in Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 1.180 casi in più rispetto a venerdì, su un totale di 17.612 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore ai quali si aggiungono anche 2.256 test sierologici. Dei nuovi positivi, sono 619 gli asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali: complessivamente 238 persone (tra i nuovi positivi) erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 250 sono state individuate nell’ambito di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di sabato è 43,8 anni.

Sui 619 asintomatici, 214 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 24 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 5 per screening sierologico, 9 con i test pre-ricovero. Per 367 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La provincia con più contagi è quella di Bologna (348), a seguire Piacenza (173), Reggio Emilia (160), Modena (123), Rimini (100), Ferrara (60), Ravenna (54), Parma (52), il territorio di Forlì (44), quello di Imola (34) e l’area di Cesena (31).

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a sabato sono 13.642 (1.131 in più di quelli registrati venerdì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 12.830 (+1.062 rispetto a venerdì), il 94,04% dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 10 nuovi decessi: 4 nella provincia di Modena (tre donne di 95, 92 e 87 anni e un uomo di 82), 2 in quella di Ferrara (una donna di 87 anni e un uomo di 86), 2 in quella di Reggio Emilia (una donna di 90 anni e un uomo di 78), 1 in quella di Parma (un uomo di 80 anni) e 1 in quella di Bologna (un uomo di 84 anni). Sono 3 i nuovi pazienti in terapia intensiva, che diventano 89 in tutto il territorio regionale, mentre sono 723 (+66 da venerdì) quelli ricoverati negli altri reparti Covid.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Sciagura in viale dell'Appennino: pedone muore travolto sulle strisce pedonali

  • L'annuncio di Bonaccini: "L'Emilia-Romagna torna "zona gialla" da domenica"

  • Muoiono in un incidente aereo quattro giorni dopo le nozze, lutto per un ex assessore

  • Meteo, dicembre debutterà col freddo e la neve: fiocchi in arrivo a bassa quota

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

Torna su
ForlìToday è in caricamento