menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, spiraglio della Regione sui musei: "Misure attenuate se ci sarà ok degli scienziati"

E sulla riapertura dei musei e dei contenitori culturali la volontà della Regione è di “allentare la presa sui produttori di cultura, in quanto siamo sensibili alle indicazioni del territorio”

Il nodo dell’apertura delle scuole e dei musei in Emilia-Romagna, dopo la serrata nell’ultima settimana, sarà affrontato nella giornata di sabato. E’ quanto stato deciso e discusso coi sindaci dei Comuni capoluoghi venerdì pomeriggio a Bologna.  Il ministro della Sanità Speranza ha riferito a Bonaccini che ha riunito i maggiori scienziati, che stileranno una proposta tecnica sulla quale il governo prenderà un orientamento da condividere con le tre regioni più colpite dal Coronavirus.

In particolare sulla riapertura dei musei e dei contenitori culturali la volontà della Regione è di “allentare la presa sui produttori di cultura, in quanto siamo sensibili alle indicazioni del territorio”. Ma anche per questi ultimi, la Regione, ha concluso Donini, si atterrà “alle linee di indirizzo del tavolo degli esperti”. In stand by c'è la grande mostra del San Domenico dedicata a "Ulisse".

Sabato mattina ci sarà un dossier che rappresenterà la base tecnico scientifica sulla quale decidere, in particolare in merito alle scuole. Lo ha spiegato il neo-assessore regionale alla Sanità Raffaele Donini: “E’ in corso a Roma un’importante riunione tra il ministero della Salute con esponenti di primo piano della comunità scientifica nazionale e internazionale, ci attendiamo per sabato mattina delle indicazioni dettagliate, alle quali vogliamo assolutamente attenerci per adottare le misure precauzionali per il contenimento del virus. Aspetteremo le determinazioni di queste , e ad esse ci atterremo. In questi casi deve parlare la scienza, al di fuori di ogni suggestione e strumentalizzazione politica”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento