Coronavirus, via libera alle messe festive. Comunione solo sulla mano. Sospeso il segno della pace

Sono riammesse le messe festive e, data la circostanza, è sospeso il precetto festivo, tra le novità

Primo weekend di Quaresima con regolari funzioni religiose nelle chiese (da evitare invece processioni e assembramenti), ma è sospeso il precetto festivo. Riaperti gli oratori per le attività ordinarie, mentre il catechismo riprenderà con alle scuole. L’Arcidiocesi di Forlì-Bertinoro, in accordo con le Diocesi di Bologna, Ferrara-Comacchio, Imola, Faenza-Modigliana, Ravenna-Cervia, Cesena-Sarsina, Rimini, San Marino-Montefeltro, in tutte le attività di sua competenza nell’ambito della vita ecclesiale, in seguito all’ordinanza del Ministero della Salute di intesa con il presidente della regione Emilia-Romagna (circa le misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid19 e ai successivi chiarimenti applicativi), ha adottato nuove disposizioni per le comunità ecclesiali.

"La situazione è in continua evoluzione pertanto ci riserviamo la possibilità di ulteriori interventi nei prossimi giorni. Siamo vicini con la preghiera alle vittime e ai loro cari alle persone colpite dalla malattia, ai loro familiari e amici e a coloro che li stanno assistendo e curando. Ringraziamo ed ammiriamo la disponibilità e il coraggio di medici, operatori sanitari, forze di sicurezza e di vigilanza, volontari, ministri delle comunità, istituzioni locali e statali. Questo tempo di difficoltà e di rinuncia ci aiuta a comprendere i tanti doni che accompagnano ordinariamente la nostra vita di fede e a viverli con maggiore desiderio".

I nuovi provvedimenti

Ci si attenga sempre a criteri di prudenza, evitando concentrazione di persone in spazi ristretti e per lungo tempo, sia in riferimento alle attività parrocchiali che diocesane. Le chiese rimangono aperte al culto e alla preghiera individuale.

Data la circostanza, è sospeso il precetto festivo (Can 1248 §2). Tuttavia, è consentita la celebrazione delle S. Messe festive e prefestive, evitando processioni e assembramenti di persone al temine della celebrazione a condizione che venga ottemperato il n. 1. Coloro che per motivi di salute non si sentissero di partecipare alla celebrazione, preghino nelle loro case.

Sono consentite le celebrazioni liturgiche feriali che non comportano un afflusso significativo di fedeli.

Si tolga l’acqua benedetta dalle acquasantiere, si distribuisca la S. Comunione solo sulla mano e si sospenda il segno pace.

Per i funerali è consentita la celebrazione eucaristica esequiale con i soli familiari.

Sono sospese le visite alle famiglie per le benedizioni pasquali.

Sono consentite le consuete visite ai malati, e l’Unzione degli infermi.

Gli incontri di catechismo e del dopo-scuola riprenderanno alla riapertura delle attività scolastiche.

Si consente lo svolgimento delle attività ordinarie di oratorio. Sono sospese le attività che prevedono la presenza di pubblico, per esempio spettacoli teatrali, cinematografici, tornei e ogni altro genere di aggregazione.

Sono sospese feste e sagre parrocchiali.

I Centri d’ascolto e i servizi della Caritas diocesane e parrocchiali sono aperti e svolgeranno la propria attività in accordo con le rispettive diocesi e secondo le indicazioni delle competenti autorità territoriali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Lo storico marchio della piadina cambia di proprietà. La produzione resta a Forlì

  • Perde il controllo dell'auto e si ribalta: nuovo incidente sulla "Bidentina" - LE FOTO

Torna su
ForlìToday è in caricamento