menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus e solidarietà: "Spesa sospesa contadina" al Mercato di Campagna Amica

"In questo modo - commenta il direttore di Coldiretti Forlì-Cesena, Anacleto Malara - ogni cittadino-consumatore potrà contribuire direttamente all'acquisto di prodotti"

Per aiutare a combattere le nuove povertà e affrontare la crescente emergenza alimentare, il Mercato agricolo di Campagna Amica di Forlì e gli agricoltori aderenti alla rete a km zero promossa da Coldiretti lanciano insieme a Terranostra l’iniziativa "Spesa sospesa del contadino". Le modalità per effettuare le donazioni sono due: con una libera donazione al “Punto offerta spesa sospesa” al Mercato di Campagna Amica di Forlì (Viale Bologna 75) oppure effettuando un versamento sul conto corrente attivato da Fondazione Campagna Amica: IT43V0200805364000030087695 (indicando come causale: 'Spesa Sospesa, nome cognome e indirizzo completo di Residenza).

"In questo modo - commenta il direttore di Coldiretti Forlì-Cesena, Anacleto Malara - ogni cittadino-consumatore potrà contribuire direttamente all'acquisto di prodotti (ortaggi, frutta, carne, pasta, pane e biscotti) che saranno poi ritirati da Caritas Diocesana di Forlì e distribuiti a famiglie bisognose del nostro territorio".Anche i cittadini che acquistano la spesa a domicilio consegnata dal Mercato, attraverso il bonifico sul c/c dedicato o in contanti al momento della spesa, potranno contribuire alla campagna solidale.

"Si tratta di un’azione di grande responsabilità del mondo agricolo che nei momenti di difficoltà non si tira indietro ed è abituato a fare la sua parte - commenta il presidente di Coldiretti Forlì-Cesena, Massimiliano Bernabini - tanto più in una situazione come quella attuale in cui le misure restrittive per contenere il contagio e la perdita di opportunità di lavoro, anche occasionale, hanno aggravato e aumentato il numero di persone costrette a chiedere aiuto per il cibo con la distribuzione di pacchi alimentari o nelle mense".

Secondo l’analisi della Coldiretti su dati Relazione annuale Fead in Italia sono quasi 2,7 milioni di persone in necessità. Coldiretti e Campagna Amica ricordano inoltre che le erogazioni liberali in denaro effettuate nell’ambito del progetto “spesa sospesa” sono detraibili dalle imposte sul reddito delle persone fisiche nella misura del 30% dell’importo donato, con un massimo di 30.000 euro. "Ringrazio sin da ora - conclude il presidente -per la generosità di tutte le aziende che hanno aderito a queste iniziative e il buon cuore dei consumatori che doneranno, tutti uniti verso una rinascita del nostro paese". Ulteriori informazioni sono sempre reperibili sulla pagina facebook @campagnamicaFC

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento