Coronavirus e stop allo sport: da Aics aiuti per 200mila euro

La decisione è stata presa all’unanimità giovedì mattina, nel corso della riunione straordinaria della Direzione nazionale svoltasi on line

L’Associazione Italiana Cultura Sport al fianco dei suoi comitati provinciali e regionali dislocati sul territorio. A fronte dello stop a ogni tipo di attività sportiva imposto dall’emergenza Coronavirus, la guida nazionale di Aics, tra i primi enti di promozione sportiva del Paese, ha infatti deciso di anticipare a fine marzo alle proprie diramazioni locali la metà del contributo previsto per le attività sportive del 2019, e pari nel totale a 430mila euro. Si tratterà dunque di aiuti per circa 200mila euro, ma ogni cifra erogata al singolo comitato dipenderà dal dettaglio dalle attività sportive promosse e organizzate su ogni territorio.
 
La decisione è stata presa all’unanimità giovedì mattina, nel corso della riunione straordinaria della Direzione nazionale svoltasi on line - secondo quanto previsto dai decreti per il contenimento del rischio di contagio da Covid-19.  L’erogazione dei contributi relativi alle attività sportive promosse nel 2019 sarà d’aiuto ai comitati Aics la cui operatività si è in queste settimane fortemente ridotta, visto il blocco totale imposto per ridurre i contagi. Il contributo, che Aics avrebbe erogato a fine maggio, viene così anticipato per il 50% già al 30 marzo: tale anticipazione, precisa la direzione nazionale, sarà possibile riceverla sulla scorta della relativa documentazione dimostrativa delle spese sostenute dai territori per organizzare le attività sportive promosse nel 2019.  
 
"Aics è vicina ai suoi comitati territoriali - spiega il presidente di Aics, Bruno Molea -. Attraverso di loro, possiamo stare vicino ai nostri soci e promuovere assieme a loro attività sportive anche a distanza, on line. Abbiamo pensato di anticipare di due mesi quel contributo non solo per aiutarli a sostenere queste settimane di chiusura forzata, ma anche per dar loro un segnale di vicinanza e di ottimismo. In questi momenti difficili, proprio dal mondo del terzo settore è arrivata la risposta più puntuale alle comunità: noi ci siamo, e stiamo ‘armando’ i nostri territori per trovare la spinta giusta e continuare a lavorare nonostante le avversità. Dallo sport sociale ripartirà lo slancio necessario a uscire dall’isolamento".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dalla quaterna al terno: la Dea Bendata trova casa in Corso Garibaldi, nuova gioia col Lotto

  • Attacco di recensioni negative, il ristorante pubblica un cartello contro gli "haters"

  • Incidente sulla Cervese, ci sono feriti: lunghe code di auto nel rientro dalla riviera

  • Dove mangiare a Cesenatico? La top 5 dei ristoranti di pesce

  • Giovani e coronavirus, Vicini: "La perdita di gusto e olfatto non va sottovalutata. Serve consapevolezza"

  • Grande Fratello, fisico scolpito per Denis Dosio: sette mesi tra dieta e allenamenti, "Ammetto che è tosta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento