Coronavirus, il ministro Speranza firma l'ordinanza: il 18 gennaio riaprono gli impianti da sci

E' quanto disposto da un'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza

Appassionati dello sci circolano in rosso la data di lunedì 18 gennaio. Tal giorno segna infatti la riapertura degli impianti sciistici. E' quanto disposto da un'ordinanza firmata dal ministro della Salute, Roberto Speranza. Nei giorni scorsi le regioni e le province autonome avevano chiesto attraverso lettera del presidente della conferenza, Stefano Bonaccini, un rinvio della riapertura in vista di un allineamento delle linee guida al parere espresso dal Cts. Ora occorrerà attendere che il Cts validi entro pochi giorni le nuove linee guida proposte dalle Regioni alpine in modo che possano essere inserite nel nuovo decreto previsto per il 15 gennaio.

Ai maestri di sci dell'Emilia-Romagna, ha evidenziato Bonaccini, "ristoreremo tra gennaio e febbraio un milione di euro di risorse della Regione per dare un bonus a fondo perduto e un po' di ossigeno per la fatica e le difficoltà di questi mesi. Così come abbiamo chiesto al Governo che per quanto riguarda i gestori degli impianti servono parecchi milioni di euro per ristorarli. Noi come Regione li aggiungeremo. Tra gennaio e febbraio invece arriveremo a 40 milioni per tutte le categorie colpite: 22 milioni a bar e ristoranti, 3 milioni a discoteche e sale da ballo, 3 milioni tra palestre e piscine e non solo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una domenica con il ritorno della neve a bassa quota: le previsioni e l'allerta meteo

  • Vincono online centinaia di migliaia di euro: si dichiarano poveri e percepiscono il reddito di cittadinanza, denunciati

  • La morte improvvisa dell'infermiere Maurizio: "La sua umanità e il suo sorriso resteranno vivi ed indelebili nei nostri cuori"

  • Coronavirus, palestre ancora chiuse. "Contagi ancora alti. La riapertura è lontana"

  • Riapre per pochi giorni il temporary outlet di Flamigni per vendere le scorte di panettoni e pandori

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resterà arancione. "Lunedì superiori aperte, ma rischiamo il rosso"

Torna su
ForlìToday è in caricamento