menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, la direzione della Zangheri: "Si sta facendo tutto il possibile per gestire l'emergenza"

La struttura di via Andrelini conta a martedì pomeriggio otto vittime da coronavirus dall'inizio dell'emergenza sanitaria

"La Direzione ha messo in atto tutte le misure che si sono nel tempo succedute con disposizioni governative, regionali e dell’Ausl. Tali disposizioni sono divenute più stringenti a partire dal 6 marzo con la previsione degli ingressi ai familiari di ospiti solo se autorizzati dal medico di medicina generale, non essendo prevista nella nostra struttura, così come in strutture della Regione Emilia Romagna, analoghe alla nostra, la figura del Direttore Sanitario". Così il direttore della casa di riposo Zangheri di Forlì, Annalisa Valgimigli. La struttura di via Andrelini conta a martedì pomeriggio otto vittime da coronavirus dall'inizio dell'emergenza sanitaria.

Valgimigli fa chiarezza anche per quanto concerne l'utilizzo dei dispositivi di sicurezza da fornire al personale: "Si sono succedute diverse disposizioni che sempre sono state rispettate, senza mai lasciare gli operatori sprovvisti dei dispositivi come si è già avuto modo di dimostrare anche con le organizzazioni sindacali. Pur nelle difficoltà dell’emergenza, il personale si è sempre dimostrato disponibile a far fronte alle assenze per malattia, ai congedi familiari, alle assenze dovute alla Legge 104, riguardanti i diritti di familiari di persone con invalidità". Il direttore della struttura si rivolge inoltre ai parenti degli ospiti per chiedere "suggerimenti e proposte che ci aiutino reciprocamente, per quanto possibile, a migliorare la gestione, in questo particolare momento".

"L’emergenza ha comportato anche il distacco fisico del familiare dal proprio congiunto ed anche qui si è provveduto ad inserire una seconda psicologa che supporti l’ospite, ed il familiare - viene ricordato -. E’ stato messo a punto un sistema di videochiamate per permettere il contatto visivo fra ospite e parente". Infine, "l'Ausl si è attivata tempestivamente e sta continuando a mettere in campo le azioni possibili a supporto della struttura. Pur essendo l’emergenza complessa, si sta facendo tutto quanto è possibile per gestirla".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento