Mercoledì, 22 Settembre 2021
Cronaca

Sarà una Pasqua in lockdown, firmato il decreto legge. Ma saranno consentite le visite

Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale

Pasqua e Pasquetta in zona rossa sul "modello Natale". E' quanto ha stabilito il Consiglio dei ministri, che ha dato il via libera al Decreto legge con le nuove misure anti Covid. Da lunedì 15 marzo fino al 6 aprile le Regioni che avranno un numero settimanale di casi superiore a 250 ogni 100.000 abitanti passeranno automaticamente in zona rossa. Per le festività pasquali, dal 3 al 5 aprile, le misure previste per la zona rossa si applicheranno su tutto il territorio nazionale.

Sarà comunque possibile spostarsi all'interno della propria regione verso una sola abitazione privata, una volta al giorno, massimo due persone oltre a quelle conviventi. Si tratta di una deroga alla regola generale delle zone rosse motivata dalle festività. Gli spostamenti sono consentiti in un arco temporale compreso fra le ore 5 e le ore 22. I minori di 14 anni non si contano, e quindi possono aggiungersi ad esempio ai genitori che visitano i nonni, così come i disabili o non autosufficienti conviventi.

Le principali regole della zona rossa

Dal 15 marzo al 2 aprile e nella giornata del 6 aprile, nelle Regioni nelle quali si applicano le misure stabilite per la zona rossa, non sono consentiti gli spostamenti, anche all’interno del proprio comune, e anche per visite a parenti e amici, se non per motivi di salute, lavoro e comprovate necessità, con esibizione di autocertificazione. Inoltre saranno chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici.

ZONA ROSSA - Le regole per lo sport - Tutte le regole da rispettare: negozi, spostamenti ed altro

Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità, sia negli esercizi di vicinato sia nelle medie e grandi strutture di vendita, anche ricompresi nei centri commerciali. È consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona e con obbligo di utilizzo di dispositivi di protezione delle vie respiratorie.

Nell’area rossa è consentito svolgere l'attività sportiva esclusivamente nell’ambito del territorio del proprio Comune, dalle 5 alle 22, in forma individuale e all'aperto, mantenendo la distanza interpersonale di due metri. È tuttavia possibile, nello svolgimento di un’attività sportiva che comporti uno spostamento (per esempio la corsa o la bicicletta), entrare in un altro Comune, purché tale spostamento resti funzionale unicamente all’attività sportiva stessa e la destinazione finale coincida con il Comune di partenza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sarà una Pasqua in lockdown, firmato il decreto legge. Ma saranno consentite le visite

ForlìToday è in caricamento