menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, nuova stretta del governo. Bonaccini: "Non possiamo permetterci un nuovo lockdown"

Tra i punti che il premier Conte sottoporra' ai governatori, quello del coprifuoco, che anticipera' la chiusura di locali e ristoranti. "Non ne abbiamo ancora discusso", afferma

Le nuove misure restrittive che il governo si prepara a varare per cercare di mettere un freno all'impennata dei contagi siano omogenee su tutto il territorio nazionale. A chiederlo è il governatore dell'Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. "Il paese non si puo' permettere un nuovo lockdown totale. È giusto che andiamo nelle prossime ore a scegliere alcune misure restrittive, a mio parere, in maniera omogenea nel territorio nazionale, ristorando quelli che avranno qualche restrizione", spiega il presidente della Conferenza Stato-Regioni su Rai 2.

Tra i punti che il premier Conte sottoporra' ai governatori, quello del coprifuoco, che anticipera' la chiusura di locali e ristoranti. "Non ne abbiamo ancora discusso. Dobbiamo fare un ragionamento generale per evitare che ci sia chi chiude i ristoranti alle 21 e chi li chiude alle 23", dice Bonaccini. Stesso discorso per i centri commerciali. "Siccome alcune regioni hanno deciso di chiuderli il sabato e la domenica, come la Lombardia, il rischio e' che quelle persone che non vanno nei centri commerciali extra-alimentari si spostino, come accaduto mesi fa, nel Piacentino. Abbiamo amministratori piacentini, che per la gran parte sono di cento-destra come il governo lombardo, che rischiano di vedere un afflusso di gente incontrollato", avverte il governatore. "Voglio fare le cose insieme agli altri per evitare difformita' di comportamenti, preferisco discutere per cercare una misura omogenea che eviti di mettere qualcuno in difficolta' rispetto a un altro", conclude. (Agenzia Dire)

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento