Cronaca

Coronavirus, nuovo balzo dei contagiati nel Forlivese. Altri casi nelle scuole ed altre quarantene

Per quanto riguarda due alunni ed un docente della scuola dell'infanzia di Pieve Salutare, tutti gli alunni, gli insegnanti e il personale a contatti stretti e dovranno prolungare la quarantena a casa

Sono 82 le nuove positività al covid-19 comunicate dalla Prefettura nell'area Forlivese, mentre in provincia i nuovi contagiati sono 146. Si registrano anche 130 guariti ed un decesso a Cesenatico, un uomo di 80 anni. Questa la distribuzione dei casi: 41 a Forlì, 10 a Castrocaro, 10 a Santa Sofia, 6 a Forlimpopoli, 5 a Meldola, 4 a Galeata, 2 a Bertinoro, 2 a Civitella e 2 a Predappio. A Bertinoro, informa il sindaco Gabriele Antonio Fratto, i nuovi positivi "hanno contratto il virus tramite contatti familiari ed al momento hanno entrambi sintomatologia non allarmante. Il dato complessivo bertinorese riaggiornato vede in totale 44 concittadini attualmente ricoverati in Isolamento Domiciliare, seguiti con costanza e competenza dagli operatori dell'Ausl, 2 in struttura ospedaliera".

A Santa Sofia, aggiorna il sindaco Daniele Valbonesi, "ci sono anche tre guariti e il totale dei positivi è di 77, di cui cinque ricoverati. In totale in quarantena ci sono 129 persone. Alla San Vincenzo De Paoli i negativi in isolamento sono 40. I positivi nella struttura sono ancora 27, tra cui sette operatori, in isolamento al proprio domicilio. Le condizioni sono stabili". Mercoledì arriveranno i referenti della situazione nella casa di riposo e dell'istituto comprensivo.

A questi si aggiungono altri casi nelle scuole. Per quanto riguarda due alunni ed un docente della scuola dell'infanzia di Pieve Salutare, essendo già state riscontrate ulteriori positività, si è reso necessario assimilare tutti gli alunni, gli insegnanti e il personale a contatti stretti e dovranno prolungare la quarantena a casa per dieci giorni dall’ultimo contatto (oppure con l'esecuzione del tampone nel decimo giorno) o 14 giorni dall’ultimo contatto, senza esecuzione di tampone. Stessa procedura alla scuola d'infanzia di Castrocaro-Terra del Sole, dove è risultata positiva una docente, e alla primaria "Diego Fabbri" di Forlì.

Positivi anche un bimbo alla primaria "De Amicis", un docente ed un operatore della media "Orceoli", uno studente del "Matteucci" ed un alunno della primaria di Castrocaro. Per quest'ultimi casi, a seguito del sopralluogo eseguito da parte di operatori sanitari presso gli istituti, si è verificato il rispetto di tutte le misure di prevenzione prescritte nelle "Indicazioni operative per la gestione di casi e focolai di Sars-Cov-2 nelle scuole e nei servizi educativi dell’Infanzia" dell’Istituto Superiore di Sanità (Rapporto Iss Covid-19 numero 58/2020) e della Regione Emilia-Romagna (Protocollo 0590077.U).

"Pertanto - informa l'Ausl - non vengono individuati contatti stretti ad alto rischio in ambito scolastico dei positivi, ma solo contatti occasionali. I contatti occasionali dovranno monitorare la comparsa di febbre o altri sintomi sospetti per Covid (tosse, raffreddore, diarrea e congiuntivite) per 14 giorni dall’ultimo contatto a rischio. In caso di comparsa di sintomi, è necessario contattare tempestivamente il proprio medico di medicina generale. Per i contatti occasionali non è prescritta la quarantena o la sospensione della frequenza scolastica, ma si raccomanda di utilizzare la mascherina chirurgica, avere un'accurata igiene delle mani ed evitare occasioni di aggregazione che impediscano il distanziamento fisico. A tutti i contatti occasionali viene proposto un tampone".

In Emilia Romagna

In Emilia-Romagna si sono registrati 2.219 casi in più rispetto a lunedì, su un totale di 22.381 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore (a questi si aggiungono anche 3.774 test sierologici). La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è martedì del 9,9%, rispetto al 17,6% di lunedì.Prosegue l’attività di controllo e prevenzione: dei nuovi contagiati, 984 sono asintomatici individuati nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. Complessivamente, tra i nuovi positivi 304 erano già in isolamento al momento dell’esecuzione del tampone e 456 sono stati individuati all’interno di focolai già noti. L’età media dei nuovi positivi di martedì è 45,2 anni.

Su 984 asintomatici, 361 sono stati individuati grazie all’attività di contact tracing, 65 attraverso i test per le categorie a rischio introdotti dalla Regione, 4 con gli screening sierologici, 21 tramite i test pre-ricovero. Per 533 casi è ancora in corso l’indagine epidemiologica. La situazione dei contagi nelle province dell’Emilia-Romagna vede Modena con 517 nuovi casi e Bologna con 360, a seguire Reggio Emilia (241), Ravenna (230), Rimini (207), Piacenza (200), l’imolese (120), Ferrara (117). Poi Forlì (82), Parma e Forlì (81) e Cesena (65).

I casi attivi, cioè il numero di malati effettivi, a martedì sono 57.268 (1.839 in più di lunedì). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 54.570 (+1.781 rispetto a lunedì), il 95,2% del totale dei casi attivi. Purtroppo, si registrano 48 nuovi decessi: 20 in provincia di Bologna (9 donne rispettivamente di 69, 79, 81, 86, 87, 88, 91 anni e 2 di 85 anni; 7 uomini di cui 2 di 74 anni, uno di 78, uno di 80, 2 di 84 e uno di 85 anni; altre 4 donne nell’imolese, rispettivamente di 41 anni, 90 anni e 2 di 80 anni); 8 in quella di Reggio Emilia (3 donne, una di 64 anni e 2 di 86 anni, e 5 uomini di 84, 85, 87, 92, 93 anni); 7 in provincia di Modena (6 donne rispettivamente di 70, 84, 91, 92 e due 90enni, e un uomo di 96 anni), 7 in quella di Ravenna (3 donne di 77, 87 e 89 anni e 4 uomini di 73, 74, 82 e 92 anni), 3 in quella di Parma (tutte donne, rispettivamente di 81, 83 e 91 anni); uno a Piacenza (un uomo di 88 anni), uno a Ferrara (un uomo di 87 anni) e uno in provincia di Forlì-Cesena (l'ottantenne di Cesenatico). Dall’inizio dell’epidemia di Coronavirus, in Emilia-Romagna i decessi sono complessivamente 5.115.

I pazienti ricoverati in terapia intensiva sono 247 (dato stabile rispetto a lunedì), 2.451 quelli in altri reparti Covid (+58). Sul territorio, i pazienti ricoverati in terapia intensiva sono così distribuiti: 12 a Piacenza (dato invariato), 17 a Parma (invariato), 26 a Reggio Emilia (+1), 64 a Modena (+2), 66 a Bologna (+2), 1 a Imola (-2), 20 a Ferrara (invariato), 11 a Ravenna (-3), 6 a Forlì (dato invariato), 1 a Cesena (invariato) e 23 a Rimini (invariato). Le persone complessivamente guarite salgono a 30.902 (+332).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuovo balzo dei contagiati nel Forlivese. Altri casi nelle scuole ed altre quarantene

ForlìToday è in caricamento