menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'annuncio del sindaco Fratto: "Possibile primo caso di coronavirus a Bertinoro"

Informa Fratto: "Informeremo tempestivamente se dovessero essere adottate particolari procedure"

"Possibile primo caso di coronavirus a Bertinoro". A comunicarlo, attraverso la propria pagina Facebook, è il sindaco Gabriele Fratto, specificando che in queste ore si stanno svolgendo le analisi del caso. Il primo cittadino specifica che "il paziente è ricoverato all'ospedale Morgagni Pierantoni a Forlì. Il dipartimento sta facendo le opportune verifiche, ma al momento la persona è in condizioni stazionarie nel reparto di Malattie Infettive e non è in pericolo di vita".

L'AGGIORNAMENTO DI MERCOLEDI': CONFERMATA LA POSITIVITA' DEL CASO

Prosegue Fratto: "Informeremo tempestivamente se dovessero essere adottate particolari procedure. Continueremo secondo il protocollo, a monitorare la situazione, che al momento non prevede ulteriori accorgimenti oltre quelli già indicati nelle scorse comunicazioni che riguardano la nostra Regione Emilia-Romagna".

Sulla questione interviene anche il sindaco di Forlimpopoli, Milena Garavini: "Per evitare voci incontrollate confermo che si sta verificando un presunto caso, una donna di circa 60 anni che abita in un comune limitrofo e che ha avuto accesso alla Casa della Salute di Forlimpopoli. Si stanno facendo tutti i controlli e le verifiche previste, ricostruiti i percorsi, contattate le persone. C'è la massima attenzione e scrupolosità da parte di tutte le autorità competenti". Se confermato si tratterebbe del secondo caso dopo quello del 59enne di Savignano, ricoverato al nosocomio mercuriale.

Il bollettino della Regione

Martedì pomeriggio la Regione Emilia Romagna aveva diramato il nuovo bollettino, informando di 420 casi positivi, alla luce dei quasi 1.778 test tampone refertati: sono 256 a Piacenza, 84 a Parma, 14 a Reggio Emilia, 33 a Modena, 6 a Bologna e 24 a Rimini, 1 a Forlì-Cesena, 2 a Ravenna. Complessivamente 18 le persone decedute in Emilia-Romagna, sette in più rispetto a lunedì pomeriggio, tutte con patologie pregresse.

Tra questi due donne: una di 70 anni della provincia di Parma deceduta all’ospedale di Vaio (Parma), la seconda, ultraottantacinquenne lombarda, deceduta all’ospedale di Piacenza. Sono cinque gli altri morti registrati al nosocomio di Piacenza: quattro piacentini, rispettivamente 91,80, 86, 77 e un lodigiano di 77 anni. Ottantacinque i nuovi casi, rispetto ai 335 rilevati lunedì pomeriggio: 44 a Piacenza, 23 a Parma, 6 a Reggio Emilia, 4 a Modena, 3 a Bologna e 5 a Rimini. Resta invariato il numero delle persone risultate positive a Ravenna (2) e a Forlì-Cesena (il savignanese ricoverato all'ospedale "Morgagni-Pierantoni").

I ricoveri in terapia intensiva sono saliti a 24. "I nuovi pazienti, come la maggior parte delle persone risultate ad oggi positive, si trovano in condizioni non gravi - tranquillizza la Regione -. Sono molti i casi asintomatici o con sintomi modesti e 187 le persone in cura a casa, dove si trovano in isolamento".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento