Mercoledì, 19 Maggio 2021
Cronaca

Coronavirus, tamponi-test: l'Emilia-Romagna potenzia l'approvvigionamento

Uno dei tre cardini della strategia portata avanti dall'Emilia-Romagna, ha ricordato, e' "accelerare sugli screening"

Per evitare di rimanere a secco l'Emilia-Romagna potenzia la fornitura di test e tamponi. "Ci appoggiamo anche a imprese che hanno sedi in tutto il mondo", assicura il commissario regionale per l'emergenza coronavirus, Sergio Venturi, durante la diretta Facebook di martedì pomeriggio. Uno dei tre cardini della strategia portata avanti dall'Emilia-Romagna, ha ricordato, e' "accelerare sugli screening", il che e' "oggetto delle provviste che stiamo facendo. Per fortuna in queste settimane c'e' grande fermento e si affacciano nuovi test sierologici, che ci permetteranno di passare alla nostra fase due".

In particolare, ha spiegato il commissario, "abbiamo in arrivo diverse decine di migliaia di tamponi e possiamo arrivare anche a tamponi rapidi, che sono stati perfezionati". Dunque, ha proseguito, "abbiamo diverse armi e abbiamo anche la possibilita' di differenziare gli acquisti. Ci appoggiamo a imprese che, per loro conto, possono recuperare materiale diagnostico perche' hanno sedi in tutto il mondo, in particolare in Asia".

In questo modo, prosegue il commissario, "contiamo di mantenere il nostro approvvigionamento e di potenziarlo, perche' ne avremo bisogno non solo per i nostri operatori, sui quali tra 20 giorni dovremo rifare il giro (coi test sierologici, ndr), ma anche per tutta un'altra serie di controlli" che la Regione fara' "sulle Forze dell'ordine e sui Vigili del fuoco". Inoltre, ha aggiunto, "faremo delle valutazioni anche sulle persone guarite, per comprendere la loro risposta immunitaria, prima di avere il vaccino a disposizione". 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, tamponi-test: l'Emilia-Romagna potenzia l'approvvigionamento

ForlìToday è in caricamento