La Regione sblocca i test sierologici, prima lista dei laboratori autorizzati. Serve la richiesta del medico

La Regione spinge sull’acceleratore per quanto riguarda i test sierologici per la ricerca degli anticorpi Covid-19. E lo fa su due versanti: quello del mondo produttivo e quello dei singoli cittadini

La Regione spinge sull’acceleratore per quanto riguarda i test sierologici per la ricerca degli anticorpi Covid-19. E lo fa su due versanti: quello del mondo produttivo, con un deciso taglio agli adempimenti burocratici. E quello dei privati cittadini, che potranno decidere di effettuare in sicurezza il test presso i laboratori autorizzati dalla Regione, presentando una prescrizione sottoscritta da un medico di fiducia.

“Abbiamo di fronte a noi - spiega l’assessore alle Politiche per la salute Raffaele Donini - un orizzonte che ci spinge a prendere decisioni che vadano rapidamente incontro alle esigenze di imprese e cittadini. Ma sempre in un ambito di sicurezza e di correttezza clinica. Eliminare per le imprese le autorizzazioni ai test ai collaboratori, sostituite da una autocertificazione, e consentendo ai cittadini di accedere in modo corretto allo screening sierologico, credo dimostri, ancora una volta in modo concreto, l’impegno della Regione alla lotta al flagello con il quale stiamo facendo i conti e alla ripresa della vita normale, pur dovendo forzatamente convivere con il virus”.

Dalla prossima settimana, per quanto riguarda le imprese - sia quelle che hanno già fatto la richiesta, sia quelle che non l’hanno ancora fatto - con una semplice autocertificazione, nella quale deve essere indicato il laboratorio scelto tra quelli autorizzati della Regione, potranno dare corso immediatamente all’effettuazione dei test per effettuare lo screening ai propri lavoratori, naturalmente presso i laboratori autorizzati. Al momento sono 25 i laboratori privati di analisi autorizzati dalla Regione, in possesso di tutte le caratteristiche di affidabilità per poter processare i test sierologi convalidati. Ma il loro numero è destinato a crescere nei prossimi giorni. Attualmente non ci sono laboratori accreditati a Forlì e comprensorio, ma i più vicini sono a Faenza e Gatteo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Anche per i privati cittadini che desiderano effettuare il test sierologico c’è una novità: sarà sufficiente rivolgersi ad un medico di fiducia per chiedere la prescrizione del test, che poi dovrà essere effettuato presso i laboratori autorizzati. Tutto questo sarà possibile grazie ad un’integrazione della delibera della Giunta regionale relativa alla disciplina dei test sierologici, approvata nelle scorse settimane. La lista dei laboratori privati autorizzati dalla Regione e l’elenco dei test sierologici convalidati (in corso di aggiornamento) è in questa pagina del sito regionale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Dea Bendata non abbandona Corso Garibaldi: nuovo colpo al Lotto con un terno

  • La Bidentina si macchia di sangue: schianto contro un albero, perde la vita sotto gli occhi della fidanzata

  • Morto sulla Bidentina, Andrea superò un grave incidente. La sua esperienza per un progetto per giovani

  • Coronavirus, ci sono i primi due studenti positivi: nessuna chiusura di classi e scuole

  • Coronavirus, il bollettino domenicale: nuovi contagiati riconducibili a focolai già noti

  • Commando armato assalta una villa: minuti di terrore per una famiglia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
ForlìToday è in caricamento