menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Venturi: "Servono date per le riaperture. Ma il virus non è ancora in equilibrio"

"Se il trend rimane questo - ha affermato durante la consueta diretta Facebook del pomeriggio - mi piacerebbe che dalla prossima settimana si cominciasse a parlare di date"

C'e' voglia di fase 2 in Emilia-Romagna. Il commissario per l'emergenza coronavirus Sergio Venturi chiede date precise per la ripresa delle attivita' e un primo via libera alle uscite delle persone dalle loro abitazioni. "Se il trend rimane questo - ha affermato durante la consueta diretta Facebook del pomeriggio - mi piacerebbe che dalla prossima settimana si cominciasse a parlare di date, dando qualche certezza in piu', magari scaglionando le riaperture".

Per Venturi si tratta a questo punto di "dare una speranza alle persone che sono chiuse in casa" e a proposito del Giro d'Italia di ciclismo saltato dice: "Bognera' che alla fine si possa anche tornare in bicicletta senza fare danni a nessuno". Di mezzo, pero', c'e' un weekend pasquale che fa paura, per i temuti spostamenti verso le seconde case e le abitazioni di parenti e amici.

"Evitiamo di darci la pazza gioia perche' il virus non e' ancora in equilibrio", ha evidenziato Venturi. "Stiamo valutando - ha detto ancora il commissario - cosa fare per rendere piu' vicina possibile la cosiddetta fase due, qui ci devono aiutare anche i comportamenti delle persone. Ci sono tante persone in giro, tante auto, ma non siamo ancora nella normalita'. Questi non sono comportamenti che ci aiutano a fare in modo che la normalita' arrivi il piu' presto possibile". 

"La normalità - è stato il ragionamento dell'ex assessore regionale alla Salute - si avra' anche quando avremo due o tre nuove infenzioni per ogni provincia". Questo perche' il coronavirus, ha evidenziato il commissario, "potra' continuare a circolare. Ma se continua a farlo con questi numeri, non fa altro che aumentare l'immunità.Questo e' un po' quello a cui ci dovremo abituare - ha dichiarato Venturi - alla convivenza col virus. Ma testimoniera' il fatto che piano piano questa immunita' comincera' ad allargarsi. Sotto controllo quindi dovremo avere tutti le precauzioni e dovremo ragionare sui dispositivi di prevenzione che, non solo gli operatori sanitari, ma anche i cittadini dovranno avere nelle prossime settimane e nei prossimi mesi".

Il prefetto

Preoccupazione per comportamenti scorretti nel weekend festivo? Sulla questione è intervenuto anche il prefetto di Forlì-Cesena, Antonio Corona: "Non parlerei di preoccupazione, ma di attenzione. E' una situazione in cui se ne esce se tutti insieme facciamo la nostra parte. Il problema chiaramente si pone e non possiamo che confidare sulla ragionevolezza e buon senso delle persone. Allo stesso tempo ci sarà il massimo dell'attenzione per evitare problemi particolari".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento