Cronaca

Coronavirus, nuova ordinanza: vietate le passeggiate di "piacere" e giri in bici

E' quanto previsto dalla nuova ordinanza firmata mercoledì sera dal presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini

"L’uso della bicicletta e lo spostamento a piedi sono consentiti esclusivamente per lavoro, ragioni di salute o altre necessità come gli acquisti di generi alimentari". E' quanto previsto dalla nuova ordinanza firmata mercoledì sera dal presidente della Regione Emilia Romagna, Stefano Bonaccini, che stabilisce ulteriori limitazioni per contrastare la diffusione del nuovo coronavirus Covid-19. Nel nuovo provvedimento viene evidenziato che "nel caso in cui la motivazione sia l’attività motoria (passeggiata per ragioni di salute) o l’uscita con l’animale di compagnia per le sue esigenze fisiologiche, si è obbligati a restare in prossimità della propria abitazione".

Al fine di evitare assembramenti di persone, il presidente della Regione ha disposto la chiusura al pubblico di parchi e giardini pubblici, provvedimenti già in vigore in diversi comuni del Forlivese. Ma non è l'unica disposizione: "Al fine di ulteriormente contrastare le forme di assembramento di persone a tutela della salute pubblica sul territorio regionale, l’apertura degli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti nelle aree di servizio e di rifornimento carburante è consentita lungo la rete autostradale e lungo la rete delle strade extraurbane principali".

Per gli esercizi posti lungo le strade extraurbane secondarie tali attività dovranno restare aperte dalle 6 alle 18 dal lunedì alla domenica. Non è consentita nelle aree di servizio e rifornimento ubicate nei tratti stradali comunque classificati che attraversano centri abitati. Le disposizioni saranno in vigore da giovedì fino al 3 aprile.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, nuova ordinanza: vietate le passeggiate di "piacere" e giri in bici

ForlìToday è in caricamento