Cronaca

Corse, coincidenze saltate e reclami senza risposta: il calvario con Start dei pendolari tra Forlì e Ravenna

“Siamo stati lasciati a piedi diverse volte poiché non sono state effettuate le corse oppure sono saltate le coincidenze fra la zona industriale di Ravenna e la linea 156 in partenza dalla stazione, e Start Romagna non ha ritenuto nemmeno opportuno scusarsi"

“Siamo stati lasciati a piedi diverse volte poiché non sono state effettuate le corse oppure sono saltate le coincidenze fra la zona industriale di Ravenna e la linea 156 in partenza dalla stazione, e Start Romagna non ha ritenuto nemmeno opportuno scusarsi anche se, ad onor del vero, servono a poco per alleviare i disagi”: è la protesta dei pendolari tra Forlì e Ravenna, spiegata da Pietrantonio Ricci.

Spiega Ricci: “L'orario estivo prevede la partenza da Forlì Punto Bus alle 6,27 ovvero prima degli arrivi delle linee urbane o delle linee collinari costringendo tutti ad utilizzare il mezzo privato per gli spostamenti ed a lasciarli in sosta al parcheggio. Ancora più inspiegabile perché poi per proseguire il viaggio nella zona industriale occorre sostare forzatamente per un quarto d'ora o più in stazione a Ravenna. Nemmeno sono mancate le lamentele poiché la sera il mezzo proveniente dai lidi ravennati è risultato oltremodo super affollato di bagnanti ed in più di una occasione abbiamo dovuto "spintonare" chi era già sul mezzo. Per tutto quanto sinora evidenziato è stata inoltrata a Start, al sindaco di Ravenna e quello di Forlì, all'authority dei Trasporti una fitta corrispondenza, volta a rimuovere le difficoltà dei pendolari, ma soprattutto per mantenere la qualità del servizio. In modo particolare a Start, in maniera anche formale, sono state inoltrate mail, anche con richieste di informazioni e chiarimenti su modalità di erogazioni dei trasporti e sulle modalità di accesso agli indennizzi previsti in caso di disservizi, nonché sull'assistenza da fornire ai viaggiatori nel caso non vengano effettuate le corse previste o la possibilità di fruire di altri vettori consorziati”.

Tuttavia, lamentano i pendolari “senza avere, nonostante anche molti solleciti, alcun riscontro. Ora, sembra veramente poco cortese nei confronti dell'utenza l'atteggiamento così superficiale, senza peraltro ricordare gli obblighi derivanti come gestore di un servizio pubblico”. E conclude: “Tutti gli abituali compagni di viaggio per garantirsi lo scambio di rapide informazioni si sono organizzati in una chat WhatsApp. L'augurio che ci facciamo noi pendolari è che il ripristino delle condizioni di viabilità della Ravegnana, e l'imminente cambio di orario invernale e scolastico, ponga finalmente fine a questa situazione veramente penosa. Un suggerimento gratis ancora: i verificatori della qualità del servizio facciano delle interviste ai viaggiatori delle linee interessate (156, 149, 90)”, conclude Ricci.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corse, coincidenze saltate e reclami senza risposta: il calvario con Start dei pendolari tra Forlì e Ravenna

ForlìToday è in caricamento