menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Costruzioni fantasmagoriche tra storie fantastiche e rifiuti

Il ciclo di laboratori tratto dai “Quaderni di Fantastica Fantariciclando” prevede una valigia carica di spunti neo-post-rodariani, appunti di sostenibilità, attrezzi per l’intelligenza nelle dita

Il laboratorio educativo come ambiente culturale della sostenibilità. Il Centro Territoriale per le Famiglie di Castrocaro Terme e Terra del Sole con l’Associazione Fantariciclando propongono Giocattoli inattesi, un percorso genitori-bambini. A partire da giovedì 7 marzo, per cinque giovedì alle 17 nella scuola dell’infanzia di Castrocaro, via del Lavoro 20, tra metafora e approfondimento attraverso un diverso sguardo si giocherà con il nuovo che “avanza dai margini” narrabile in un'avventura contemporanea. I cinque laboratori educativi di manualità sono proposti per creare, con una materia oggi abbondante, costruzioni fantasmagoriche tra storie fantastiche e rifiuti. Una pratica pedagogica che aiuta ad esercitare la capacità di guardare in modo diverso il rifiuto a partire dalla continuità dell’esperienza, sporgendosi oltre il contingente sempre nel dialogo intergenerazionale.

Il ciclo di laboratori tratto dai “Quaderni di Fantastica Fantariciclando” prevede una valigia carica di spunti neo-post-rodariani, appunti di sostenibilità, attrezzi per l’intelligenza nelle dita. Questo il fulcro del percorso esperienziale incontrando: Foschino (un pulcino svolazza alle terme!); Coccinella (un portafortuna tra gli insetti antagonisti); Scricchialossa (un misterioso Drago si aggira sul Palazzo del Capitano delle artiglierie); Buffi e mostruosi (la diversità è servita … piatti buffi e mostruosi!); Sgrinfia (amico dei bambini in l'uno, l'altro, tutti!). I partecipanti dovranno dotarsi di astuccio scolastico, forbici con punta arrotondata, colla stick, bottiglia di plastica (preferibilmente tonda) da ½ litro e anime in cartone di rotolo tipo Scottex.

Un bambino che cresce elabora il proprio mondo interno in ragione del paesaggio mentale che si costruisce e può costruirsi. Il paesaggio è dentro e intorno a noi. La comunità educante è elemento cardine di sostenibilità. La proposta Giocattoli inattesi, costruzioni fantasmagoriche tra storie fantastiche e rifiuti, si articola in: favola contemporanea, contesto, materia, comunità educante e laboratorio di manualità. L'apprendimento esperienziale, fantastica-paesaggio-rifiuti-scarti-rottami, comporta un fare insieme o, più precisamente, un fare cultura attraverso il laboratorio dove si costruisce il sapere mettendo in pratica la conoscenza. Il corso partirà al raggiungimento di un minimo di iscritti. Per informazioni rivolgersi a Daniela Carlini, Centro territoriale per le Famiglie, Cell. 3201499966 o Flavio Milandri, Fantariciclando, fantariciclando@libero.it.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento