menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, Bonaccini: "Più casi da varianti. Il quadro cambia alla svelta"

"Quasi tutti i miei colleghi, compreso me, hanno espresso l'opinione che ora e' meglio essere prudenti", aggiunge Bonaccini a proposito dell'indicazione arrivata giovedì dagli enti locali

"Il tema vero e' che le varianti stanno circolando, la mia regione in questi giorni ha visto una crescita non banale di casi positivi e molti sono riconducibili alle cosiddette varianti". Lo sottolinea il presidente dell'Emilia-Romagna e della conferenza delle Regioni Stefano Bonaccini, che venerdì mattina a Radio 24 ha spiegato così la richiesta di proroga del divieto di spostamento tra Regioni fino al 5 marzo. "Quasi tutti i miei colleghi, compreso me, hanno espresso l'opinione che ora e' meglio essere prudenti", aggiunge Bonaccini a proposito dell'indicazione arrivata giovedì dagli enti locali.

Intanto, tra gli esperti si fa strada la richiesta di un lockdown vero e proprio per fronteggiare l'esplosione delle varianti del virus. "Gli scienziati sono loro, non siamo noi - commenta Bonaccini - stiamo attenti come abbiamo sempre fatto alla evoluzione, perche' il quadro cambia rapidamente e bisogna affrontare le questioni in maniera molto seria, non emotiva, con la responsabilita' di dover prendere delle decisioni". Ma per valutare ogni soluzione serve al piu' presto anche l'insediamento dell'esecutivo Draghi. "Siamo anche in attesa del nuovo Governo, che io mi auguro nasca il prima possibile", aggiunge Bonaccini. 

Il divieto di spostamento tra le Regioni, sostenuto dal ministro degli Affari regionali, Francesco Boccia, e' stato caldeggiato anche dalle Regioni. "L'orientamento della Conferenza delle Regioni e' di richiedere di prorogare il dl che vieta gli spostamenti da una Regione all'altra, anche per la zona gialla", aveva detto giovedì Bonaccini. La richiesta potrebbe dunque essere accolta con un Consiglio dei ministri ad hoc ed un Cdm potrebbe essere convocato nelle prossime ore, sentito il premier incaricato Mario Draghi. Lo stop agli spostamenti, anche tra Regioni gialle, attualmente e' in vigore fino al 15 febbraio. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento