menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

All'assemblea ai cancelli dell'Electrolux arriva anche Vasco Errani

All'assemblea del pomeriggio, convocata davanti ai cancelli della fabbrica al presidio permanente, è intervenuto anche il Presidente della Regione Vasco Errani al quale i lavoratori e FIM FIOM UILM hanno chiesto di farsi parte attiva

Nella giornata di venerdì si sono svolte le assemblee all'Electrolux per fare il punto, sindacato lavoratori e delegati, sulla vertenza, anche dopo gli incontri dei giorni scorsi quello dell’11 marzo che ha visto i segretari generali di Fim, Fiom, Uilm incontrare i Ministri del Lavoro e dello Sviluppo Economico e quello del 12 marzo del coordinamento sindacale con la Direzione del Gruppo Electrolux.

Le assemblee, che hanno confermato le mobilitazioni in corso, il presidio permanente e gli scioperi articolati, hanno richiesto che il Governo proceda rapidamente alla convocazione di un incontro a Roma con tutte le parti interessate alla vertenza (azienda, organizzazioni sindacali e enti locali) anche perché i tempi non sono infiniti, dal momento che a fine marzo è in scadenza il primo dei diversi contratti di solidarietà attivi nel Gruppo. Recita una nota dei sindacati: “Determinante è anche la richiesta di prevedere una misura per la decontribuzione sui contratti di solidarietà superiore a quanto previsto dalla normativa attuale nonché impegni precisi dell’impresa a non procedere con delocalizzazioni e a presentare piani industriali a sostegno di tutti gli stabilimenti italiani. L’intervento del Governo sulla decontribuzione dei contratti di solidarietà è condizione necessaria per riprendere il confronto sindacale sul piano industriale”.

All’assemblea del pomeriggio, convocata davanti ai cancelli della fabbrica al presidio permanente, è intervenuto anche il Presidente della Regione Vasco Errani al quale i lavoratori e FIM FIOM UILM hanno chiesto di farsi parte attiva, anche visto il già previsto incontro il giorno 19 marzo prossimo del Governo con i presidenti di regione interessati ad Electrolux, per avere il decreto sulla decontribuzione in tempi certi e con condizioni in grado di far procedere la vertenza Electrolux nella direzione attesa dai lavoratori.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

ForlìToday è in caricamento