Cristian, maturo con 100 all'Artusi: "Il lockdown mi ha aiutato a capire cosa fare in futuro"

Nell'ultimo triennio Cristian ha frequentato la sezione G indirizzo "Enogastronomia"

La "curiosità di studiare e ''capire'' il cibo" l'ha portato ad iscriversi cinque anni fa all'istituto "Pellegrino Artusi" di Forlimpopoli. Cristian Arcangeloni, 19 anni, ha conseguito il diploma col massimo dei voti. Nell'ultimo triennio ha frequentato la sezione G indirizzo "Enogastronomia", la stessa classe frequentata da un'altra centista, la giovane di origine russa Alexandra Fedosova.

Qual è il suo piatto preferito?
La pizza. Credo che sia il piatto italiano più amato in assoluto.

Come ha arricchito la scuola alberghiera il suo bagaglio?
Sicuramente mi ha arricchito dal punto di vista teorico-scientifico, invece a livello pratico ho imparato principalmente grazie agli stage. 

Ottenere il diploma col massimo dei voti ha richiesto sacrifici?
Alcuni si, specialmente quest'anno con il lockdown e le lezioni online. In particolare all'inizio ci siamo trovati a che fare con improvvisi cambiamenti gestionali (interrogazioni, compiti ed altro).

Una parola per descrivere i suoi cinque anni all'Artusi...
Una parola che descriverebbe questi 5 anni potrebbe essere ''spensierati'', perché ho tantissimi ricordi in questa scuola che non scorderò nella mia vita.

Oltre alla cucina ha altri hobby?
Mi piace molto il cinema e la musica.

Come ha vissuto il lockdown?
Ovviamente in casa. Mi ha aiutato molto a studiare e a capire cosa fare in futuro.

Chiuso un ciclo, se apre un altro. Lavoro, università o entrambi?
Ora che ho finito la scuola credo di proseguire gli studi andando alla facoltà di tecnologie alimentare a Cesena per approfondire gli studi di scienze degli alimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pensioni dicembre: pagamento anticipato, il calendario per ritirarle alla Posta

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna resta "arancione". In arrivo ordinanza più soft: riaprono i negozi nei festivi

  • Porta loro da mangiare, viene aggredito dai cinghiali che aveva "adottato": trasportato d'urgenza al Bufalini

  • Dopo la morte del figlio, l'anziana titolare si ritira: la prima fabbrica di cioccolato della Romagna è in vendita

  • Attaccato dai cinghiali che aveva "adottato": il 65enne non ce l'ha fatta

  • Violento schianto frontale sul rettilineo: grave una donna, soccorsa con l'elicottero

Torna su
ForlìToday è in caricamento